Ricette con la frutta Fagottini di mele


Fagottini di Mele

Questa ricetta è un caro ricordo d’infanzia. L’abbiamo appresa quando Antonetta, una vecchia amica di famiglia, arrivò da un paesino chiamato Talese, non molto distante da Napoli. Suo marito Tony amava fare il vino in casa e ancora di più berlo. Si ubriacava, cominciava a lamentarsi della loro misera condizione economica, minacciando per ultimo di buttarsi dalla finestra. L’unico problema era che abitavano al pianterreno.

L’Amaretto di Saronno è il liquore alle mandorle originario appunto di Saronno. vicino a Milano. Ne sono state prodotte numerose imitazioni: a base di mandorle, di noccioli di albicocche, che hanno un sapore analogo, piacevolmente amaro. Gli amaretti originali sono invece squisiti biscotti secchi preparati con un goccio di liquore; è una ricetta classica, che potrete trovare nel mio primo libro. Naturalmente li potete anche acquistare nei negozi.

Ricetta di un grande Chef Italoamericano David Ruggerio Fotografie di Maura Mc Evoy nel libro Sapori di Casa

Ingredienti

85 g di cioccolato semidolce grattugiato
2 cucchiai di burro fuso
5 amaretti sbriciolati
3 cucchiai di amaretto di Saronno (o altro liquore analogo)
4 mele da forno Golden Delicious o Roma
– 1/2 tazza di marmellata di albicocche riscaldata
– 450 g di pasta sfoglia (vedi ricetta)
– farina per spolverare
1 uovo grande sbattuto

Preriscaldate il forno a 230 °C.

In una terrina, amalgamate perfettamente la cioccolata, il burro fuso, gli amaretti e il liquore.

Pelate le mele e snocciolatele con l’apposito utensile. Riempitele con la miscela di cioccolato e spennellatele con la marmellata di albicocche.

Su una superficie leggermente infarinata, stendete la pasta sfoglia in uno strato spesso 2,5 cm. Ritagliate quattro cerchi abbastanza larghi da coprire le mele.

Utilizzate la pasta avanzata per realizzare delle foglioline con cui guarnire i fagottini.

Avvolgete ogni mela in un cerchio di pasta sfoglia, sigillandone bene la base.

Spennellatele con l’uovo sbattuto, guarnitele con le foglie di pasta, disponetele su una lastra da forno a una distanza di almeno 7,5 cm l’una dall’altra e infornatele per 25 minuti o finché non saranno dorate.
Servitele calde.

Per 4 persone

Suggerimenti: accompagnatele con il vostro gelato preferito, saranno favolose.

 

Pasta sfoglia

Questa ricetta è piuttosto complessa, perché richiede che si ripetano per cinque volte le medesime operazioni (piegare, arrotolare e refrigerare), ma si viene premiati dalla squisita leggera e soffice pasta che in questo modo si riesce a realizzare.

ingredienti

2 tazze di burro
4 tazze di farina
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di succo di limone

Date al burro la forma di un panetto di 7,5 x 12 x 0.5 cm.
Versate 3 cucchiai di farina su un foglio di carta da forno abbastanza grande da racchiudere tutto il burro.

Utilizzate la carta per coprire il pezzo di burro con la farina, poi avvolgetelo nella carta e mettetelo da parte.

In una ciotola grande, versate la farina rimasta, disponendola a fontana.
Nel centro versate il sale, il succo di limone e una tazza di acqua.
Lavorate farina e acqua insieme, creando un impasto compatto e leggermente appiccicoso.
Aggiungete gradualmente ancora 1/3 tazza di acqua, qualora vi sembri troppo asciutta.

Lavoratela per circa 15 minuti, finché non risulterà molto morbida ed elastica.
Formate una palla, copritela con un panno umido e lasciatela riposare per 10 minuti.

Mettete l’impasto su uno straccio infarinato (meglio se uno strofinaccio da cucina pulito), incidete una croce (X) nel centro, quindi tirate e stendete le quattro estremità della croce, lasciando che nel centro rimanga un cuscinetto spesso.
Mettete il burro nel cuscinetto. Sovrapponendo le quattro estremità ricoprite il burro, chiudete bene i bordi e gli angoli.

La pasta dovrà assumere la forma rettangolare del burro. (Se il burro è troppo morbido per mantenere la forma, prima di avvolgerlo nella pasta, raffreddatelo brevemente riponendolo in frigorifero, in modo che s’indurisca.)
Riamettete il burro nella carta e riponete in frigorifero per 20 minuti.

Su una superficie spolverata di farina, stendete la pasta il più uniformemente possibile in un rettangolo di 20 x 45 cm, spesso circa 0.7 cm.
Con uncoltellino eliminate la pasta in eccesso e piegatene le estremità, a mo’ di busta, formando un rettangolo a tre strati.
Premete con fermezza la pasta, poi piegatela a metà, come un libro tascabile, in modo che abbia 6 strati.
Avvolgetela nella carta da forno e fatela raffreddare in frigorifero (lasciatela per mezz’ora).

Collocate la pasta sullo straccio infarinato, con la parte aperta rivolta verso di voi.
Ripiegatela nuovamente a rettangolo, in modo che riassuma le dimensioni originarie, eliminate la farina in eccesso e piegatela come prima.

Arrotolatela e piegatela ancora per 3 volte, lasciandola raffreddare per almeno mezz’ora dopo ogni operazione.

Ripetete un ultima volta tutto il processo, quindi riponete in frigorifero per almeno 3 ore.
A quel punto, la pasta sarà pronta per essere utilizzata.
Per 450 g di pasta