Solaris – Mele in Val Venosta

SOLARIS

IN VAL VENOSTA SPIRA UN VENTO AMICO
Quale è il fattore che rende così speciali le mele Val Venosta? Una brezza fresca e gradevole che accarezza i frutti e le fronde degli alberi

Nel paradiso delle mele tutto è regolato dai ritmi della natura e dunque anche il vento non è un elemento da sottovalutare. La Val Venosta è un rilievo che si innalza nel cuore delle Alpi, protetto da massicci montuosi a nord e a sud. Una parte delle masse d’aria che incontra le Alpi riesce ad attraversarle entrando nella Valle spazzando via le nuvole. È per questo che qui fa quasi sempre bel tempo.

Grazie a Korl Peppi, che fa il contadino da decenni ed è un “saggio” di cui non si sa nemmeno l’età esatta, comprendiamo meglio la natura di tale vento. Secondo lui il vento venostano è responsabile di una vera e propria “eruzione solare” nella valle, e proprio per questo lo ha nominato affettuosamente “Solaris”. “Dobbiamo molto al vento venostano – spiega Peppi – e se nelle altre valli dell’Alto Adige ci prendono in giro per il nostro vento, alla fine penso che siano invidiosi perché porta più sole e bel tempo e ci regala mele uniche”. Infatti di giorno Solaris spazza via le nuvole e permette alle mele di prendere il sole e alle api di volare. Soprattutto d’estate, garantisce sole e allo stesso tempo una piacevole brezza che mitiga il caldo e conferisce alle mele della Val Venosta una croccantezza e un sapore inconfondibili.

Articolo da Rivista Bio Magazine 

Sbriciolata di mele Stark Delicious Val Venosta

INGREDIENTI Per la base: 300 g di farina 00, 140 g di zucchero, 1 cucchiaino di lievito per dolci, 120 g di burro a temperatura ambiente, 1 uovo, 1 pizzico di sale, scorza grattugiata di 1 limone biologico, 30-40 g di mandorle a lamelle (opzionale).

Per il ripieno: 3 mele Stark Delicious Val Venosta, 2 cucchiai di zucchero, 15 g di amido di mais (o fecole 1 cucchiaino di cannnella, succo di 1 limone, 1 cucchiaio di uva sultanina (opzionale).

PROCEDIMENTO: Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e tagliatele in piccoli pezzetti. Mettetele in una ciotola con il succo di limone, lo zucchero, la cannella, l’amido e l’uvetta. Mescolate bene e fate riposare a temperatura ambiente per circa 20-30 minuti.

In una ciotola mescolate la farina con il lievito, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, il burro a piccoli pezzi, l’uovo, il pizzico di sale e mescolate fino a ottenere un composto di briciole. Rivestite il fondo di uno stampo da 22 cm con carta forno. Versate metà del composto di briciole. Aggiungete quello di mele. Alle restanti briciole unite le lamelle di mandorle, se le usate, mescolate e ricopriteci la torta. Infornate in forno preriscaldato a 180° (funzione statico) per circa 35-40 minuti fino a quando non sarà dorata. Sfornate, fate raffreddare nello stampo e sformate una volta fredda. Spolverate con zucchero a velo.