Aperitivi Cocktail short drink pre e after dinner


 I COCKTAIL ALLA MODA

APPLE MARTINI

Un Martini particolare e abbastanza secco che oltre all’inconfondibile profumo di mela offre un colore verde smeraldo affascinante e insolito.
Un drink luminoso e fragrante, gradevole anche come aperitivo per chi ama le note fruttate, sebbene il lime pulisca il passaggio in bocca con quella nota citrina che ben prepara il palato a masticare qualcosa di sostanzioso.
Oppure come after dinner freddo, con spiedini di frutta calda caramellata in padella con burro e zucchero di canna.
Entrambe preparazioni velocissime da fare anche a casa propria.

TIPOLOGIA: shot drink, pre e after dinner BICCHIERE: coppetta da cocktail
Ingredienti & dosi
• 3/5 vodka
• 2/5 liquore di mela
• 1 cucchiaino di succo di lime
Preparazione
Mescolare nel mixing glass gli ingredienti con ghiaccio e versare liscio nella coppetta ghiacciata come esige ogni membro della famiglia Martini. Decorare con fantasie di mela verde e ciliegina oppure con una fragola fresca.

B 52

È un mix a strati, forte e intenso, meglio sotto forma di shot che come drink classico nelle quantità da bicchiere old fashioned. Con il gusto caldo del caffè e quello vellutato della crema di whisky, diventa irresistibile una volta abbinato al sapore agrumato del Cointreau (o in alternativa del Grand Marnier) che per primo colpisce le labbra. Negli anni Ottanta animava le notti scatenate in discoteca secondo il rituale che imponeva di berlo tutto d’un fiato. Meglio gustarlo assaporando fettine di frutta esotica, ananas per esempio, avvolte da polvere di cacao amaro e zucchero di canna.

TIPOLOGIA: shot drink BICCHIERE: shooter

Ingredienti e dosi
• l/3Bailey’s
• l/3Kahlua
• 1/3 Cointreau
Preparazione
Versare inizialmente il liquore al caffè e depositare in superficie la crema di whisky che dovrà rimanere in superficie, aiutandosi con un cucchiaio che ne rallenti la caduta sul liquido meno denso. Per ultimo versare il Cointreau.

CAIPIRIÑHA

TIPOLOGIA: short drink BICCHIERE: old fashioned

Ingredienti e dosi
2 cucchiaini di zucchero di canna
• 4 ci cachaca
• 1/2 lime

Preparazione
Nel bicchiere spremere con il pestello il lime, aggiungere lo zucchero di canna e colmare il bicchiere di ghiaccio tritato. Quindi inondare con il distillato e completare con un paio di cannucce corte. Se non si possiede un tritaghiaccio, basterà tenerne in mano qualche cubetto da frantumare con pochi e decisi colpi di pestello.

Bevanda nazionale in Brasile, prende il suo spirito dalla cachaca, il rum locale, ovvero distillato di melassa da canna da zucchero. È una protagonista della riserva di ogni bancone che si rispetti e con due terzi dì latte di cocco da vita all’altro famoso drink carioca, la Batida. Drink di gran voga, la Caipirinha viene servita anche nelle declinazioni Caipiroska (famosa quella alla fragola, con aggiunta di frutto frullato) e Caipirìssima, dove al posto della cachaca vengono miscelati rispettivamente la vodka o il rum.

CAMPARI GIN

Il tono alcolico e secco de! gin si sposa come in un idillio con il corpo morbido e aromatico del Campari, bitter storico e famoso nel mondo prodotto dall’omonima distillerìa e liquorificio nata nel centro di Milano nel 1862.
Concordi addetti ai lavori e appassionati nel sostenere che il bitter “è solo Compari”, col suo colore brillante e sanguigno che invita all’assaggio, di un sapore inconfondibile. Asciutto e dal retrogusto che tende a un piacevole amarognolo, per alleggerire il deciso tenore alcolico può essere shakerato con ghiaccio tritato.

TIPOLOGIA: short drink, pre-dinner BICCHIERE: coppetta da cocktail

Ingredienti e dosi
• 1/2 gin
• 1/2 Bitter Campari

Preparazione
Questo storico cocktail uno dei più tipici aperitivi “rinforzati”, è semplicissimo da preparare: versare gli ingredienti nello shaker con ghiaccio in cubetti, agitare energicamente per qualche secondo e servire in coppetta fredda, liscio e semplicemente presentato con una scorza di limone o di arancia come guarnizione.

CARACASSARIO

È lo sfrenato rito venezuelano del rum shot quando per ballare e agitarsi sulle note coinvolgenti di salsa e merengue non si ha tempo di tenere in mano nulla per più di un istante, se non altro che le mani del proprio partner. Un sorso infuocato di spinto caraibico perfettamente bilanciato dal sunto stesso del Centro-Sud America, con in bocca II succo citrino del lime, l’aroma del caffè e la morbida dolcezza dello zucchero nero. Senza cedere alla tentazione di sfrenate competizioni con decine di bicchierini infilati dal passaggio continuo della bottiglia che si svuota.

TIPOLOGIA: shot drink BICCHIERE: shooter

Ingredienti e dosi
• 4 cl rum venezuelano
• spicchi di lime fresco
• polvere di caffè
• zucchero di canna

Preparazione
Servire lo shot di rum accompagnato dagli spicchi di lime immersi da un lato nello zucchero e dall’altro nella polvere di caffè. Mordere e succhiare il frutto prima di degustare il rum con un sorso deciso.

COSMOPOLITAN

Cosmopolitan vuoi dire New York, lontano dalla downtown di Wall Street o Manhattan, ma nel profondo del respiro metropolitano di Tribeca, dove al bancone dell’Odeon inizia a farsi vivo negli anni Ottanta.
Partenza in sordina, finché Louise Veronica Ciccone, In arte Madonna, non si lascia sorprendere al Rainbow Bar con le labbra appese a un brillante Cosmopolitan.
È subito gloria, fino alla consacrazione come drink della donna moderna padrona di sé, come le dive della serie culto Sex And The City.

TIPOLOGIA: short drink, after dinner BICCH1ERE: coppetta da cocktail

Ingredienti e dosi

• 4/10 vodka
• 2/10 Cointreau
• 2/10 succo di limone
• 2/10 succo di mirtillo rosso

Preparazione
Versare gli ingredienti nello shaker con cubetti di ghiaccio, agitare per bene e servire liscio nella coppetta. Essenziale, dì gran classe, quindi niente guarnizione, ma nessuna regola alla fantasia. Eventualmente ricciolo di scorza di arancia sul bordo del bicchiere, magari in compagnia di un mirtillo turgido e perfetto.

COSTA VERDE

Solo 55 calorie accompagnano questo benefico drink dissetante e asciutto, nutriente e vellutato grazie allo yogurt che amalgama vitamine e libre in un deciso sapore di vegetale dai retrogusto gradevolmente amarognolo. Ideale consumarne un bìcchierone dopo l’attività fisica, specie per chi la pratica appena sveglio e a stomaco vuoto, ma va bene anche come aperitivo salutista nei bar della palestra o in terrazza dopo un pomeriggio di esercizio in piscina.

TIPOLOGIA: Iong drink analcolico BICCHIERE: doppio tumbler

Ingredienti & dosi
• 100 g dì cetriolo
• 100 ml succo dì pompelmo
• 1 cucchiaino di yogurt
• 50 ml acqua minerale

Preparazione
È sufficiente mescolare il tutto nel frullatore, separando con un colino la sospensione solida prima di versare nel bicchiere, a meno che non si voglia approfittare completamente del salubre apporto delle fibre del cetriolo.

CUBA LIBRE

Incredibili i corsi e I ricorsi delia storia, incarnati In ogni sorso di questo drink popolarissimo
ovunque, Correva l’anno 1898 e in un bar del Quartiere Vecchio dell’Avana si brindava alla liberazione dell’isola nell’appena conclusa guerra di indipendenza dalla Spagna.
Così qualcuno, non sì sa se un ufficiale americano o un patriota cubano, pensò di aggiungere quattro once di rum alla Coca-Cola, sìmbolo del progressismo americano. Al grido di “Y por Cuba libre”si celebrava un sodalizio che le cronache condannano come ben meno longevo di questa ricetta semplice e gustosa

TIPOLOGIA: long drink BICCHIERE: doppio tumbler

Ingredienti e dosi

• 3/10 rum
• 7/10 Coca-Cola

Preparazione
Questo cocktail si prepara direttamente nel bicchiere per evitare che qualsiasi altro trattamento faccia svanire le bollìcìne della bibita. Depositare in un doppio tumbler abbondante ghiaccio a cubetti, spicchi di lime e colmare di Coca- Cola. Un paio di colpi di stir ed è già come stare all’Avana.

FENG SHUI

Un esempio dei modernìssimi cocktail ispirati ai dettami della filosofìa feng shui, arte cinese millenaria che ricerca l’armonia e l’equilibrio tra l’uomo e le energie dello spazio in cui vive. “Acqua e vento” il significato letterale di questo termine orientale, una simbolo di quiete, l’altro dì movimento continuo. Gli stone cocktail si rifanno alla dottrina feng shui e sì fondono con la cristalloterapia. Influssi benefìci provenienti da levigati ciottoli di fiume, possibilmente di colore scuro, che si prestano a essere aromatizzati una volta immersi in alcol con infusione di sostanze naturali, in questo caso polpa di pesca.

TIPOLOGIA: stone drink BICCHIERE: coppetta sombrero

Ingredienti e dosi
• 3/10 sake
• 1/10 succo di mirtillo rosso
• 6/10 succo di arancia
• 1 pietra aromatizzata alla pesca

Preparazione
Shakerare il sake con i succhi e il ghiaccio, dopodiché versare nella coppetta ben fredda sul cui fondo è stata depositata la pietra aromatizzata. Guarnire con petali di rosa rossa.

FRENCH MARTINI

Si presenta come variante fruttata, a sua volta declinabile in decine di ricette, del classico Dry Martini, sebbene a parte la base alcolica secca e una dose di dolce non abbia molte comunanze con il celebre aperitivo. Ottimo come after dinner, un po’troppo ricco per l’aperitivo, prende II suo splendido colore dallo Chambord, liquore di lampone apprezzato come elisir, emblema dell’eccellenza francese fin da Luigi XIV. Molto usato in cucina e pasticcerìa, oltre che in moltissime ricette di cocktail, gode tutt’oggi di un ‘immagine di grande classe.

TIPOLOGIA: short drink BICCHIERE: coppetta da cocktail

Ingredienti e dosi
2/10 sourmix
• 3/10 vodka
• 3/10 Chambord
• 2/10 succo di ananas
• 2/10 sourmix

Preparazione
Shakerare gli ingredienti con ghiaccio a grossi cubetti, abbassandone velocemente la temperatura, Servire in classica coppetta da cocktail, appena estratta dalla ghiacciaia e decorata sobriamente da ciliegina, ricciolo di scorza di arancia e fettina di pesca.

GARDEN ZEN COCKTAIL

La pietra in questo genere di drink non è solo un efficace vettore di sapore e profumo, ma esemplifica perfettamente il concetto dell’interazione feng shui, servendo ai sensi stimoli esterni al gusto, dal piacevole aderire alle labbra della superficie liscia, levigata dallo scorrere millenario dell’acqua del fiume di provenienza, fino al rilassante e ritmato rumore generato dal contatto con il vetro. La stessa sagoma, in rilievo grazie al colore scuro appositamente scelto, è recepita inconsciamente dal nostro sguardo, concentrandone l’attenzione e aiutando l’equilibrio nonostante il rumore ambientale.

TIPOLOGIA: stone drink BICCHIERE: coppetta sombrero

Ingredienti e dosi
• 3/5 rum scuro • 2 ciottoli aromatizzati alla pesca
• 2/5 midori
• petali di rosa bianca
• 1 goccio dì cranberry juice

Preparazione
In una coppa di cristallo adagiare sul ghiaccio spezzettato i ciottoli, versare sul fondo il midori, poi il rum e il succo di cranberry. Adagiare sulla superficie i petali di rosa bianca fresca.

IRISH COFFEE

Gli irlandesi da sempre sono soliti correggere il té con una giusta dose di whiskey di casa loro.
Cosi nel secondo dopoguerra all’aeroporto dì Foynes, scalcinato scalo della Dublino dell’epoca, ai passeggeri appena giunti, americani e infreddoliti, sì incominciò a servirne una variante più vicina al gusti a stelle e strisce, ovvero con il caffè al posto del té. Il tutto guarnito con panna, rigorosamente in superfìcie per II sublime piacere di sorbire il caffè caldissimo e fortificato che scivola attraverso la panna fredda. Un drink presto famoso in tutto il mondo e ideale per le serate fredde.

TIPOLOGIA: hot drink BICCHIERE: calice termico

Ingredienti e dosi
• 3/10 lrish whiskey
• 5/10 caffè caldo
• 2/10 crema di latte
• 1 cucchiaino di zucchero di canna

Preparazione
Versare in un bicchiere, resistente al calore e riscaldato, lo zucchero, il caffè bollente e quindi il distillato. Mescolare rapidamente e aggiungere la panna facendo attenzione di farla cadere dal dorso di un cucchiaio affinchè si depositi in superficie. Servire liscio, con un chicco di caffè sospeso al centro.

IVAN

È un drink golosissimo, cui non sapranno resistere le signorine dipendenti da cioccolata. Dimostra come si possa giocare con l’arte della miscelazìone degli ingredienti più disparati, tra consistenze e sapori opposti. Un cocktail decisamente calorico per l’alcol, ma anche per il potere nutriente del cocco sulla carica zuccherina del gelato. Eppure freschissimo e perfetto tanto per un dopo cena invernale, quanto per un dessert estivo, più godibile di un dolce tradizionale e più sfizioso di un semplice gelato.

TIPOLOGIA: ice cream drink BICCHIERE: coppetta da cocktail

Ingredienti e dosi
• 1/2 rum
* 1/2 crema di menta bianca
* 2 cucchiai di gelato al cioccolato
* cocco grattugiato

Preparazione
Versare il rum, il gelato e la crema di menta nel mixing glass mescolando dolcemente con il cucchiaio, per non sciogliere troppo il gelato che deve rimanere denso. Servire in una coppetta da cocktail fredda e completare con cocco grattugiato in superficie. Decorare il bordo del bicchiere con una crusta di polvere di cocco.

LONG ISLAND

Come dire “chi più ne ha più ne metta”, un drink rinfrescante, da qualcuno consigliato per spiagge
assolate, come quelle di Long Island, ma in barba alla sostenuta dose di alcol che senza accorgersi si va a ingoiare. Il colore deve ricordare quello del té, tanto che il nome completo sarebbe Long Island Ice Tea. Pare infatti che l’intento fosse quello di farla franca con le leggi newyorkesi anti-alcol, dando a
bere, è il caso di dirlo, di sorseggiare un Innocuo bicchierone di té freddo.

TIPOLOGIA: long drink BICCHIERE: doppio tumbler

Ingredienti e dosi
• 1/10 vodka
• 1/10 gin
• 1/10 rum
• 1/10 tequila
• 1/10 Cointreau o Gran Marnier
• 5/10 Coca-Cola
• 1 cucchiaino dì succo dì limone

Preparazione
Colmare il bicchiere di ghiaccio (anche se qualcuno preferisce shakerare) e aggiungere i distillati. Spruzzare con il succo di limone e colmare con la Coca-Cola. Decorare con fettina di limone.

MIMOSA

È il capostipite degli sparkling drink a base di frutta fresca e spumante o Champagne, noto come Buck’s Fizz fin dal 1921, anno in cui nasce sul bancone del Buck’s Club di Londra, Aristocratico, scelta di rigore tra le preferenze delle signorine per bene dei ceti alti europei, unisce la dolcezza agrumata dell’arancia matura alle bollicine secche e pungenti dello Champagne di qualità, noncurante degli anni che questi impiega a trascorrere in bottiglia per sviluppare la sua finissimo spuma e i sottili e complessi aromi di lieviti, crosta di pane e frutti maturi. Ma si sa, noblesse oblige.

TIPOLOGIA: sparkling drink, aperitivo BICCHIERE: flùte

Ingredienti e dosi

•4/10 succo di arancia * 6/10 Champagne

Preparazione
Spremere le arance e passarne il succo in un colino dalle maglie sottili. Versare nella flùte e completare con lo Champagne freddissimo.

MOJITO

Sembra che un suo antesignano fosse la bevanda preferita dai corsari del Mar Caraibico, che ne ingurgitavano In quantità.
Il nome richiama il concetto delle preparazioni in mortaio, mentre la sua fama mondiale risale agli anni Trenta ed è dovuta al rituale drink che Ernest Hemìngway soleva consumare nel famoso locale dell’Avana, la “Bodeguita del Medio”, nome oggi diffuso in tutto il mondo da una molto meno romantica catena In
franchising. Tappa obbligata per ogni turista di Cuba, oggi accompagna spesso l’aperitivo italiano, sebbene il suo consumo eccellente si collochi nel dopocena.

TIPOLOGIA: short drink, after dinner BICCHIERE: tumbler

Ingredienti e dosi
• 2/10 lime spremuto
• 4/10 rum chiaro
• 4/10 soda
• 2 cucchiai di zucchero di canna
• 2 gocce di Angostura
• 4 foglie dì menta fresca

Preparazione
Lavorare sul fondo del bicchiere, con il pestello, zucchero, lime e menta, Aggiungere le gocce d’Angostura, spesso omesse, per un perfetto equilibrio tra dolce, amaro e aspro sapore agrumato. Riempire il bicchiere di ghiaccio, anche tritato, versare il rum e colmare di soda.

ROSSINI

È una variante ben nota e golosa del famoso Bellini, avendo cura di adoperare fragole molto mature che si prestino a essere spremute con una certa manualità. Frutto delizioso, nasce comunemente nel sottobosco anche se è ormai coltivata nei più disparati modi, offrendosi alla passione più sfrenata e peccaminosa del palato o allo scatenarsi di terribili reazioni allergiche. A ogni modo, con le bollicine di qualità è un connubio dei più sicuri, specie come arma di seduzione. Fatto dimostrato dalla presenza fissa di entrambi nel classico frigorifero del perfetto single.

TIPOLOGIA: sparkling drink, aperitivo BICCHIERE: flute

Ingredienti & dosi
•3/10 nettare di fragola
• 7/10 spumante

Preparazione
Passare le fragole in un colino e versarne il nettare nel bicchiere, e infine colmare con spumante freddo.

RUM COOLER

Un freschissimo drink estivo, del genere Mojito o Caipirissima, aromatico e dissetante. Prende corpo dal rum, che gli appassionati vorrebbero fosse sempre quello invecchiato almeno 8 anni, per dare lo spessore e la profumazione quasi vanigliata che l’invecchiamento in legno conferisce ai distillato di canna da zucchero, graminacea originaria dell’Asia tropicale che sì sviluppa fin oltre i tre metri di altezza e che nel paesi caraibici (Cuba, Brasile, Venezuela, Santo Domìngo In testa) ha trovato la sua massima interpretazione nella produzione di acquavite.

TIPOLOGIA: short drink BICCHIERE: tumbler

Ingredienti e dosi
• 4 di rum chiaro o scuro
• soda o ginger ale
• 1 cucchiaino di zucchero di canna
• 1 fetta dì arancia
• 1/2 lime

Preparazione
Direttamente nel bicchiere, lavorare con il pestello lime e arancia sullo zucchero. Versare abbondante ghiaccio e colmare di soda. Decorare con ciliegina, spirale di scorza di arancia e fettina di agrume.

VESPER

È uno del cocktail di James Bond, che non beveva solo Vodka Martini, ma prediligeva short drink ben secchi. Anzi, fu la prima ricetta inventata appositamente per celebrare il suo incontro con Felix Leither, l’agente Cia che diventerà suo migliore amico, nel romanzo Casino Royale. Inizialmente si chiamava Molotov, venne poi dedicato alla prima Bond girl della storia, la suadente Vesper Lynd dal nostalgico nome che ricorda l’imbrunire. Particolare l’utilizzo del Lìllet Blanc, aperitivo francese a base di vino dal delicato sapore aromatico e dal colore giallo tenue e trasparente.

TIPOLOGIA: short drink, pre-dinner BICCHIERE: coppetta da cocktail

Ingredienti e dosi
• 6/10 gin
• 3/10 vodka
• 1/10 Lìllet Blanc

Preparazione
Agitare tutti gli ingredienti nel Boston con ghiaccio a cubetti, in coppetta da cocktail fredda con una decorazione essenziale, come una scorza di limone piegata sul bordo del bicchiere a spiccare sul colore giallo tenue.

VODKA SOUR PASSION FRUIT

E’ un classico sour, parente del Whiskey Sour, ma che invece del Bourbon offre il tono alcolico della vodka. È quindi un cocktail asciutto e stuzzicante dalle evidenti note citrine bilanciate dallo zucchero, mentre con dei frutti della passione dì qualità e maturi, con la polpa ben colorata e non verdognola,
libera un profumo e un sapore esotico. Si sprecano le considerazioni afrodìsiache su questo frutto. Dì sicuro un ottimo strumento per esibirsi in gusto e manualità: si raccomanda quindi di spremere le due metà di maracuja contemporaneamente, una per mano con gesto atletico.

TIPOLOGIA: short drink, aperitivo e dopocena BICCHIERE: tumbler

Ingredienti e dosi
• 1 goccia di albume
• 2 maracuja
• 4/10 succo di limone
• 4/10 vodka
* 2/10 zucchero liquido

Preparazione
Shakerare con energia gli ingredienti con il ghiaccio e il succo di un frutto della passione. Servire on thè rocks e completare spremendo le due metà di un altro maracuja da annegare nel drink come decorazione.

Cocktail

KIA

TIPOLOGIA: short drink, aperitivo BICCHIERE: flùte

Ingredienti e dosi

  • 1/10 crème de cassis
  • 9/10 vino bianco secco e fermo

A essere pignoli ci vorrebbe rigorosamente dell’ottimo vino Chablis, come del resto vuole la tradizione che fa nascere questo cocktail semplice e perfetto in piena Borgogna, per mano di Monsieur Kir, sindaco dì Digione. A dire la verità ogni ottimo vino, che sìa francese, nastrano o di chissà dove, non andrebbe mischiato ad alcunché. Basterà quindi scegliere un buon vino schietto, fermo, secco e di ottima freschezza, ovvero quella vena acida che perfettamente bilancia la morbida dolcezza della crème de cassis, una sorta di sciroppo di mirtillo.

Preparazione

Nella flùte o in un calice da vino bianco stretto e allungato, possibil­mente freddo, versare la crème de cassis e completare con il vino. Un’agile mescolata ed è pronto. Si serve liscio con la libertà di gio­care con mirtilli e piccoli frutti di bosco per una leggera decorazione o come assaggio delicato.

Da Cocktail per ogni occasione  Edizioni GRIBAUDO

BELLINI

TIPOLOGIA: sparkling drink, aperitivo BICCHIERE: flute

Ingredienti e dosi

  • 7/10 spumante o Prosecco ‘3/10 succo di pesca

Nasce sul finire degli anni Cinquanta, in onore di una mostra di Giovanni Bellini a palazzo Ducale, al mitico Harry’s Bar di Venezia, locale storico aperto da Giuseppe Cipriani che nulla ha a che vedere con quello di Parigi, se non la comune consacrazione da parte del famoso gomito di Ernest Hemingway che a lungo si appoggiò sul bancone veneziano. Oggi il Bellini è un grande classico del pre-dinner più raffinato, specie durante quei party di lusso dove la pesca è frullata al momento e
servita con una piccola bottiglia champagnotta, monodose di spumante pregiato.

  • Preparazione Tagliare a piccoli pezzi una pesca bianca matura, anche completa di buccia e frullare a lungo. Versare il nettare filtrato secondo il gusto personale in una flùte e colmare di spumante o Prosecco Veneto di qualità, Potete eventualmente estrarre il succo di pesca utilizzando una centrifuga.
  • Da Cocktail per ogni occasione  Edizioni GRIBAUDO

Pimm’s n. 1

pimms(long drink)
Ingredienti per due persone:
cento grammi di Pimm’s n. 1, due mezze fette di limone, due mezze fette d’arancia, due fette di cetriolo con la buccia (o una lunga buccia sottile),due gazzose al limone (oppure lemonsoda o simili o limonata molto gassata), due ciliegine rosse al Maraschino, due ramoscelli di menta fresca, cubetti di ghiaccio.
Mettere nel bicchiere grande da long drink (tumbler alto) alcuni cubetti di ghiaccio cristallino e versare il Pimm’s. Introdurre un bastoncino che serva per mescolare e aggiungere mezza fetta di limone, mezza fetta d’arancia, una fetta di cetriolo con la buccia.
Il Pimm’s n. 1 va sempre accompagnato con gazzose al limone (oppure lemonsoda, limonata gassata e simili). Come guarnizione aggiungere una ciliegina al Maraschino e un ramoscello di menta fresca.

Planter’s Punch

plantersIngredienti per due persone:
cento grammi di Rum della Giamaica,
il succo di un’arancia,
il succo di un limone,
cinquanta grammi dì succo d’ananas,
due cucchiai di zucchero,
germogli di menta fresca,
quattro ciliegine rosse al Maraschino,
cubetti dì ghiaccio.
Mettere nello shaker alcuni cubetti di ghiac­cio cristallino e versare il Rum, lo zucchero e il succo d’arancia, di limone e d’ananas. Agitare velocemente per qualche secondo e servire nel bicchiere grande da long drink (tumbler alto) possibilmente freddo.
Guarni­re con germogli di menta fresca e le ciliegi­ne rosse al Maraschino e servire con la can­nuccia.
Con questo tipo di bevanda si possono ot­tenere delle varianti sia con la sostituzione o aggiunta di altri tipi di succhi di frutta, sia con guarnizioni.

Fruit Cup

fruit-cupIngredienti per otto-dodici persone:
due banane grosse,
sei belle arance tagliate a spicchi,
due pere,
venti ciliegine rosse allo sciroppo,
qualche fragolina di bosco
o fragolone (se è la stagione),
due bottiglie di spumante secco (o prosecco),
due litri di vino bianco secco,
una bottiglia di acqua minerale gassata
(o un sifone di seltz),
venti gocce di Angostura,
qualche fettina d’arancia,
qualche scorzetta di limone
tagliata a spirale,
una decina di cubetti di ghiaccio.
Mettere in una zuppiera grande di vetro o in un altro recipiente della capacità di alme­no cinque litri le banane sbucciate e affet­tate, gli spicchi d’arancia, le pere a pezzet­tini, le ciliegine e le fragole. Versare sulla frutta lo spumante (o il prosecco) e il vino bianco ben freddi, aggiungere l’Angostura e l’acqua minerale (o il seltz) e far galleggiare sul tutto le fettine di arancia e le scorzette di limone. Al momento di offrire, unire i cubetti di ghiaccio e mescolare il tutto più volte.
Servire la « fruit cup » con un mestolo nei bicchieri da vino o anche nelle coppe da spumante, che si potranno disporre attorno alla zuppiera. Si saranno preparati anche degli spilloni (o dei lunghi stuzzicadenti di legno) e dei cucchiaini che serviranno per prendere la frutta dal bicchiere. È una bevanda che possono gustare anche i ragazzi, essendo a bassa gradazione alcoolica (4-5°); è inoltre di facile realizzazione e di grande effetto

ANALCOLICI

Gli analcolici sono drinks preparati con succhi di frutta o di agrumi, sciroppi di frutta, latte, ghiaccio tritato e frutta di stagione e allungati con acqua minerale o Soda. Si possono bere a tutte le ore del giorno.

EIDY

 

Dosi per una persona: 2 cucchiai di Orzata, 2 cucchiai di Granatina, latte freddo per riempire il bicchiere, 1 rametto di ribes.
In un bicchiere alto da bibita versate l’Orzata e la Granatina, mescolate, poi riempite il bicchiere con latte freddo. Decorate con il rametto di ribes messo a cavallo sul bordo del bicchiere. Raccomandiamo di usare latte ben gelato. Servite con cannuccia.

PETER PAN

Dosi per una persona: il succo di 1 arancia, 1 cucchiaino da tè di miele, 1 cucchiaino da tè di sciroppo di fragola, acqua minerale o Soda water gelata, 2 fragole, 1/2 fettina di arancia.
Filtrate il succo di arancia e versatelo in un alto bicchiere da bibita. Unitevi il miele, stemperandolo con un cucchiaino, poi lo sciroppo di fragola. Infine riempite il bicchiere con acqua minerale o Soda water gelata. Decorate l’analcolico con le due fragole e con la mezza fettina di arancia appoggiata a cavallo sull’orlo del bicchiere.

PIPPO

Dosi per una persona: 1 cucchiaio di sciroppo di lampone, il succo di 1/2 arancia, Dry Pompelmo Schweppes,1/2 banana, 1 ciliegina candita.
Preparate questo analcolico direttamente in un alto bicchiere da bibita. Versate lo sciroppo di lampone e il succo di arancia filtrato; riempite poi il bicchiere con Dry Pompelmo freddissimo e guarnite con la mezza banana. Su questa infilate uno spiedino decorativo da bar con sopra una ciliegina. Servite con doppia cannuccia.

TROPICAL

Dosi per una persona:
2 cucchiai di Orzata,
2 cucchiai di sciroppo di menta,
latte freddissimo per riempire il bicchiere.
Versate in un alto bicchiere da bibita l’Orzata e lo sciroppo di menta;mescolate
, poi riempite il bicchiere con latte freddo.
Servite con cannuccia questo gradevolissimo analcoolico.

ALCOOLICI

walpi-cocktailALASKA

Ingredienti:
3/4 di gin, 1/4 di Chartreuse gialla, alcuni cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettere nello shaker il ghiaccio, il gin e la Chartreuse, agitare moderatamente per alcuni secondi, poi servite in un bicchiere da cocktail.

ALEXANDER

Ingredienti:
1/3 di Cognac, 1/3 di crema cacao, 1/3 di panna, 2-3 cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettete nello shaker il ghiaccio, la panna fresca, la crema di cacao e il Cognac. Mescolate per qualche secondo, poi versate in un bicchiere da cocktail.

AMERICANO

Ingredienti:
2/3 di vermut rosso, 1/3 di bitter Campari, soda water o selz, alcuni cubetti di ghiaccio, una scorza di limone per decorare.
Mettete i cubetti di ghiaccio in un tumbler piccolo, versatevi sopra il Campari e il vermut e completate con la soda o il selz. Decorate con la buccia di limone.

ANGEL’S FACE

Ingredienti:
1/3 di dry gin, 1/3 di apricot brandy, 1/3 di Calvados, 3 cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettete il ghiaccio nello shaker, aggiungete il gin, apricot brandy e Calvados: Agitate, quindi servite nei bicchieri da cocktail.

BETWEEN THE SHEETS

Ingredienti.
1/3 di brandy, 1/3 di rum bianco, 1/3 di Cointreau, 1 cucchiaio di succo d’arancia, 2-3 cubetti di ghiaccio cristallino.
Ponete il ghiaccio nello shaker. Aggiungete gli ingredienti nell’ordine descritto e shakerate bene. Travasate la miscela nel bicchiere da cocktail e servite.

BLOODY MARY

Ingredienti:
1/3 di vodka, 2/3 di succo di pomodoro, 2 gocce di Worcestershire, il succo di mezzo limone (facoltativo), ghiaccio tritato (facoltativo).
Versate il succo di pomodoro in un tumbler medio, aggiungete la Worcestershire e la vodka e mescolate. Volendo si può aggiungere il succo di limone e il ghiaccio tritato.

BLUE CHAMPAGNE

Ingredienti:
4 gocce di Blue Curacao, 1 flute di champagne o spumante brut a 6-8°C, una fettina d’arancia per decorare.
Fate roteare le gocce di Blue Curacao sulle pareti di un bicchiere tipo flute. Versatevi lo champagne o lo spumante. Decorate con la fettina d’arancia e servite.

BRONX

Ingredienti:
1/3 di dry gin, 1/3 di succo d’arancia, 1/6 di vermut dry, 1/6 di vermut rosso.
Mettete 3-4 cubetti di ghiaccio nello shaker, unite gin, vermut dry, vermut rosso, e il succo d’arancia. Agitate per qualche secondo. Servite in un bicchiere da cocktail doppio, filtrando la miscela.

josephineCHAMPAGNE COCKTAIL JOSEPHINE

Dosi per una persona:
1 bicchiere (flùte) di Champagne ben ghiacciato, 2 cucchiaini da tè di Mandarinetto Isolabella, 2 cucchiaini da tè di succo di uva nera.

CHAMPAGNE COCKTAIL

Ingredienti:
1 zolletta di zucchero, 1/2 gocce di angostura, 1/5 di brandy 4/5 di champagne o spumante brut a 6-8°C, una fettina d’arancia per decorare.
Ponete la zolletta di zucchero in un bicchiere tipo flute freddo e imbevetela con l’Angostura. Aggiungete il brandy e lo champagne. Decorate con la fettina d’arancia e servite.

CLOVER CLUB

Ingredienti:
2/3 di gin, 1/3 di granatina, il succo di mezzo limone, 1/2 di albume d’uovo, alcuni cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettete nello shaker il ghiaccio, l’albume il gin e la granatina. Agitate per alcuni secondi e servite nel bicchiere da cocktail.

CUBA LIBRE

Ingredienti:
4 cucchiai di rum, il succo di 1/2 limone cedrato. Coca Cola, 2-3 cubetti di ghiaccio 2 fettine di limone per decorare.
Ponete i cubetti di ghiaccio in un tumbler alto, poi versate il rum e il succo di limone cedrato. Mescolate delicatamente con un cucchiaio lungo, completate con la Coca Cola e decorate con la fettina di limone infilata in un bastoncino da cocktail. Servite con la cannuccia. Un long drink molto amato dai giovani.

DAIQUIRI

Ingredienti:
3/4 di rum bianco, 1/4 di succo di limone, 4 gocce di sciroppo di zucchero, 3 cubetti di ghiaccio cristallino.
Ponete nello shaker i cubetti di ghiaccio aggiungete lo sciroppo di zucchero, il rum bianco e il succo di limone filtrato. Servite nel bicchiere da cocktail ben freddo.

fizzGIN FIZZ

Ingredienti:
4 cucchiai di dry gin, 2 cucchiai di succo di limone, 1 cucchiaio di sciroppo di zucchero, 1/2 albume, 1 cucchiaio di crema di menta, soda water, 4 cubetti di ghiaccio cristallino, foglioline di menta fresca e una fettina di limone per decorare.
Ponete il ghiaccio nello shaker, unite il bianco d’uovo, lo sciroppo di zucchero, la crema di menta, il gin e il succo di limone. Agitate per qualche secondo, quindi versate la miscela in un bicchiere capace. Completate con soda water e decorate con le foglioline di menta e la fettina di limone. Long drink dissetante molto diffuso.

JOHN COLLINS

Ingredienti:
1 zolletta di zucchero, 2 cucchiai di succo di limone, 4 cucchiai di gin, soda water, 3-4 cubetti di ghiaccio cristallino, una fetta di limone per decorare.
Ponete una zolletta di zucchero in un tumbler, aggiungete il succo di limone e mescolate fin quando lozucchero sarà completamente assorbito. Aggiungete i cubetti di ghiaccio, versate il gin e mescolate con delicatezza. Completate con soda water e decorate l’orlo del bicchiere con una fettina di limone.

LEO

Ingredienti:
4 cucchiai di brandy, 6 cucchiai di succo d’arancia, 2 cucchiai di amaretto di Saronno, soda water, 1 cucchiaino di bitter Campari, 2-3 cubetti di ghiaccio cristallino.
Ponete i cubetti di ghiaccio nello shaker. Aggiungete il brandy, l’amaretto e il succo d’arancia. Shakerate per qualche secondo. Versate nel bicchiere tipo tumbler alto. Completate con la soda water e con il bitter Campari. Mescolate e infine servite.

MANHATTAN

Ingredienti:
2/3 di canadian whisky, 1/3 di vermut rosso, una goccia di Angostura, 2 cubetti di ghiaccio frantumati, una ciliegina da cocktail e una scorza di limone per decorare.
Mettete il ghiaccio nel mixing-glass, poi versate il whisky, il vermut e l’Angostura. Mescolate con cura con la bacchetta o con il cucchiaio lungo. Travasate quindi nel bicchiere da cocktail aggiungete la ciliegina e la scorzetta di limone infilati in uno stecchino.

MARTINI DRY

Ingredienti:
3/4 di dry gin, 3/4 di vermut Martini dry, 3-4 cubetti di ghiaccio cristallino, una buccia di limone, un’oliva verde.
Versate i cubetti di ghiaccio nel mixing-glass. Aggiungete il gin e il vermut e mescolate per alcuni istanti. Servite nella coppetta da cocktail con l’oliva, strizzando sopra la scorzetta di limone.

MARTINI SWEET

Ingredienti:
2/3 di dry gin, 1/3 di vermut rosso, alcuni cubetti di ghiaccio, alcune gocce di orange bitter (facoltativo), una ciliegina.
Versate le gocce di orange bitter nel bicchiere e agitate. Mescolate nel mixing-glass il dry gin con il vermut rosso, con alcuni cubetti di ghiaccio. Versate nella coppetta da cocktail raffreddata e servite con la ciliegina.

MIMOSA

Ingredienti:
1/2 di spumante, 1/2 di succo d’arancia, uno spruzzo di sciroppo di zucchero
( se l’arancia lo richiede).
Versate lo spumante e il succo d’arancia (ghiacciato) direttamente nella flute, mescolate e servite senza aggiungere ghiaccio.

MINT JULEP

Ingredienti:
3 foglioline di menta fresca, !/2 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaio di soda water, 50 gr. di Bourbon whisky, 1 ramoscello di menta fresca per decorare.
Mettete le foglioline di menta e lo zucchero in un tumbler. Con un cucchiaino schiacciate la menta rigirandola assieme allo zucchero sulle pareti del bicchiere, poi eliminate la menta e fate sciogliere lo zucchero nell’acqua di soda che aggiungerete subito dopo. Quindi unite 2-3 cubetti di ghiaccio tritato e versate il whisky senza mescolare. Decorate con il ramoscello di menta e infine servite.

NEGRONI

Ingredienti:
1/3 di dry gin, 1/3 di bitter Campari, 1/3 di vermut rosso, 1/2 fetta d’arancia, 1 cubetto di ghiaccio cristallino.
Mettete nel tumbler il ghiaccio e versatevi sopra il gin, il bitter e il vermut. Mescolate accuratamente con un cucchiaio lungo. Servite decorando con una mezza fetta d’arancia.

OLD FASHIONED

Ingredienti:
1 zolletta di zucchero, 1-2 gocce di Angostura, 50 gr. di whisky, 1-2 cubetti di ghiaccio cristallino.
Ponete la zolletta di zucchero in un bicchiere tipo old fashioned (un tumbler piccolo) e imbevetela con l’Angostura. Mescolate con cura facendo sciogliere lo zucchero. Aggiungete i cubetti di ghiaccio e mescolate nuovamente. Quindi versate il whisky e servite.

OLD PAL

Ingredienti:
1/3 di whisky canadese, 1/3 di vermut dry, 1/3 di bitter Campari, alcuni cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettete il ghiaccio, il whisky, il vermut e il Campari nel mixer, mescolate e versate filtrando in un tumbler medio.

ORANGE BLOSSOM

Ingredienti:
1/2 di dry gin, 1/2 succo d’arancia, 4 cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettete il ghiaccio nello shaker. Versate il succo d’arancia passato nel colino e unite il gin. Agitate per alcuni secondi e servite nel bicchiere doppio da cocktail.

PARADISE

Ingredienti:
2/4 di dry gin, 1/4 di apricot brandy, 1/4 di succo d’arancia e di limone, 2-3 cubetti di ghiaccio, una fettina d’arancia e una fettina di limone per decorare.
Ponete i cubetti di ghiaccio nello shaker, aggiungete il gin, l’apricot brandy e il succo d’arancia e di limone. Agitate per alcuni secondi. Servite nei bicchieri da cocktail, decorando con le fettine d’arancia e di limone.

ROB ROY

Ingredienti:
1/2 di Scotch whisky, 1/2 di vermut rosso, 1-2 gocce di Angostura, 2-3 cubetti di ghiaccio cristallino, una spirale di buccia d’arancia per decorare.
Si prepara nel mixing-glass, mescolando i cubetti di ghiaccio con il whisky, il vermut e l’Angostura. Si versa in un bicchiere da cocktail decorando con la spirale.

SIDECAR

Ingredienti:
2/4 di brandy, 1/4 di Cointreau, 1/4 di succo di limone, 2-3 cubetti di ghiaccio, una spirale di buccia di limone per decorare.
Mettete i cubetti di ghiaccio nello shaker, aggiungete il brandy, il Cointreau e il succo di limone. Shakerate, versate in un bicchiere da cocktail e servite.

WHISKY SOUR

Ingredienti:
2-3 cucchiaini di succo di limone, una zolletta di zucchero, 50 gr. di whisky, alcuni cubetti di ghiaccio frantumati.
Versate in un tumber il succo di limone, la zolletta di zucchero e mescolate fin quando lo zucchero sarà sciolto completamente. Aggiungete qualche cubetto di ghiaccio frantumato. Unite il whisky e mescolate delicatamente.

WHITE LADY

Ingredienti:
2/4 di dry gin, 1/4 di Cointreau, 1/4 di succo di limone, 3 cubetti di ghiaccio cristallino.
Mettete il ghiaccio nello shaker. Versate il gin, il Cointreau, il succo di limone. Shakerate, travasate nei bicchieri da cocktail e servite.
Cocktail ed altre bevande Franco Zingales

Translate »

Enjoy this blog? Please spread the word :)