Le Ricette delle Feste San Valentino

Le ricette delle feste ” San Valentino”

L’amore è la passione più profonda e sincera dell’uomo, la manifestazione  più alta dei suoi sentimenti, la principale musa ispiratrice degli artisti.

Nel corso dei secoli le espressioni dell’amore sono state oggetto dell’estro creativo dell’uomo e numerosissime sono le opere immortali dedicate a questo sentimento.

La celebrazione del giorno di S. Valentino ha tradizioni differenti da paese a paese, ma ovunque viene riconosciuta universalmente come la festa degli innamorati. In Europa, in Asia, in America e in Oceania è un rito che si ripete puntualmente, il 14 febbraio. Un giorno speciale per manifestare i sentimenti più profondi e per confermare il magico legame al proprio partner. 

                                                    

 

 

Cuori di San Valentino

INGREDIENTI

per 14 cuori

Per la pasta

FARINA BIANCA 250 g, ZUCCHERO 125 g LIEVITO mezza bustina, UOVA 2 LIMONE uno, la scorza grattugiata BURRO 120 g, SALE un pizzico

Per il ripieno

GHERIGLI DI NOCE 100 g, AMARETTI 50 CIOCCOLATO IN TAVOLETTA 50 g CAFFÈ IN POLVERE un cucchiaino MARMELLATA DI CASTAGNE  120 g LIQUORE ALL’AMARETTO 4 cucchiai

ATTREZZATURA

una terrina, una placca da forno uno stampino a forma di cuore carta oleata, un vassoio

Difficoltà             MEDIA

Tempo di preparazione                30′

Tempo di cottura            15′

Modalità di cottura         FORNO

Microonde         SÌ  – Possibilità di congelazione          NO  – Tempo di conservazione             3 GIORNI

CURIOSITÀ

L’amaretto è un pasticcino a base di mandorle sia dolci che amare (da cui deriva il nome), frantumate grossolanamente e legate con albume e zucchero.

VINI CONSIGLIATI

Bianco dell’Empolese Vin santo (Toscana) a 10 °C Malvasia delle Lipari passito (Sicilia) a 10 °C

1             Setacciate la farina con il lievito, unite lo zucchero, il sale e la scorza di limone, mescolate e fate la fontana. Mettete al centro il burro ammorbidito, un uovo intero e un tuorlo e impastate velocemente. Fate una palla, avvolgetela in un foglio di carta oleata e tenetela nella parte bassa del frigorifero sino a quando sarà pronto il ripieno.

2             Tritate finemente i gherigli di noce e metteteli in una terrina,- unite gli amaretti sbriciolati, il cioccolato tagliuzzato, il caffè, la marmellata e il liquore,- impastate bene tutto. Accendete il forno e portatelo a 180 °C.

3             Imburrate e spolverizzate di farina la placca da forno. Sulla spianatoia infarinata stendete la pasta a uno spessore di circa 4 millimetri e, con l’apposito stampino, ricavate in più riprese, cioè impastando ogni volta i ritagli, 28 grandi cuori.

4             Mettetene 14 sulla placca un po’ distanziati fra loro e distribuite su di essi il ripieno,- coprite quindi con gli altri 14 cuori, unendo le due paste tutt’attorno, poi pennellateli in superficie con l’albume leggermente sbattuto. Cuoceteli 15 minuti in forno già caldo, lasciateli raffreddare, quindi staccateli dalla placca e disponeteli su un vassoio.

CONSIGLI PRATICI

Prima di servire in tavola questi deliziosi dolcetti, potete spolverizzarli di zucchero a velo e decorarli con alcune foglioline di menta e con qualche ciliegina candita, come illustrato nella Foto.

Ricetta da Quaderni di Cucina – Dolci – DeAgostini

Menu di San Valentino

Una cena per due: quale modo migliore  per celebrare la festa degli innamorati?

Un menu romantico a partire dagli ingredienti: gamberettì e fragole noti afrodisiaci, le ostriche un classico della seduzione. Forme e colorì ideali per appagare la vista oltre al palato, per una presentazione semplice ma di sicuro effetto: la girandola di carpaccio e il cuore di fragola sono studiati per la loro forma, mentre le ostriche sono “per natura” eleganti. Per creare l’atmosfera giusta basterà un po’ di attenzio ne ai dettagli, dalla tavola apparecchiata  all’accompagnamento musicale, al contorno di fiorì e candele. Tutte le ricette, ovviamente, sono per due persone

 Ostriche vellutate

Ingredienti: 10 ostriche « mezzo bicchiere dì vino rosso secco. Per la salsa: 20 g di farina di frumento » 20 g di burro « brodo di » sale * pepe » scorza di limone « 1 cucchiaio dì da cucina * alcuni rametti di prezzemolo,

  1. Servendovi dell’apposito coltellino aprite le ostriche e raccogliete il loro liquic: Mettetele in una casseruolina con il liquido, aggiungete il vino e fate bollire per una decina di minuti a fiamma molto moderata.
  2. Tenete da parte le ostriche, filtrate il liquido attraverso un panno in un pentolino e fatelo consumare della metà a fiamma bassissima.
  3. Preparate una salsa vellutata con la farina, il burro e un po’ di brodo, quindi incorpoporatela al sugo, aggiustate di sale e pepe, unite un po’ di scorza di limone grattugiata e lasciate cuocere dolcemente per una decina di minuti.
  4. Unite la panna e infine versate il tutto sulle ostriche, guarnendo con prezzemolo tritato e lasciando in frigorifero qualche tempo prima di portare in tavola.

Difficolta’ di esecuzione: media – tempo: 40 minuti – Vino: Champagne

Spaghetti e gamberetti

Ingredienti: 120 g di gamberetti » 1 pomodoro maturo • 1 piccolo spicchio di aglio » di fresco » 3 cucchiai di olio di oli¥a » bicchierino di brandy « sale • • 160 g di spaghetti.

  1. Lavate i gamberetti e lessateli per 4 minuti in acqua bollente.
  2. Poi scolateli e sbollentate il pomodoro in modo che possa essere facilmente pelato. Quindi tagliatelo a pezzi.
  3. Sminuzzate il basilico; fate imbiondire l’aglio in un tegame nel quale avrete versato l’olio, innaffiatelo con il brandy, aggiungete il pomodoro, il basilico, il sale e un pizzico di pepe.
  4. Lasciate cuocere il tutto a fuoco piuttosto moderato e, una volta addensato, eliminate l’aglio e unite i gamberetti.
  5. Mettete sul fuoco la pentola per la cottura della pasta e, quando ‘acqua inizia a bollire, salatela e versatevi gli spaghetti.
  6. Cuoceteli al dente, scolateli, versateli nel tegame con il sugo, rimestate con il cucchiaio di legno e infine lasciate sul fuoco ancora un istante prima di portare in tavola.

Modalita’ di esecuzione: Facile – tempo: 30 minuti – Vino: Vernaccia di S. Gimignano

 

Carpaccio a girandola all’olio agrumato

Ingredienti: 100 g di fesa di manzo • 100 g di lesa di vitello • 100 g di racola • 2 pompelmì • sale • olio di oliva • ii succo di 1 limone.

  1. Tagliate la di fesa di manzo in fette molto sottili, ponetele su una pellicola per alimenti e appoggiatevi sopra le fette di fesa di vitello.
  2. Arrotolate e mettete in congelatore per almeno 6 ore.
  3. Lavate con cura e lasciate sgocciolare bene la rucola, tagliatela a pezzetti e mettetela al centro di un piatto da portata rotondo e piuttosto grande.
  4. Togliete la girandola di carne dal congelatore, tagliatela a rondelle di circa 2 crr di spessore, levate la pellicola e disponete le fettine intorno alla rucola.
  5. Alternate le fettine con filetti di pompelmo, salate, condite con olio e succo d limone, lasciate riposare il carpaccio e servite.

Modalita’ di esecuzione: Facile – tempo: 15 minuti piu’ 6 ore di raffreddamento-

 

Crudità al pompelmo profumate alla menta

Ingredienti: 2 pompelmi • 2 finoechi • 50 g di lattughìno • 100 g di coste dì sedano bianco • 4 fette di pane a cassetta • olio di oliva • menta fresca • prezzemolo • sale « bianco.

  1. Pelate al vivo i pompelmi, quindi tagliateli a rondelle, raccogliendone il succo una ciotola.
  2. Spuntate i finocchi, privateli delle parti esterne fibrose e riduceteli a lame

Mondate il sedano privandolo dei filamenti più duri, quindi tagliatelo a tocche: Mondate, lavate e sgocciolate l’insalata.

  1. Riducete a cubetti il pane a cassetta, quindi soffriggeteli in una padella antiaderente con pochissimo olio.
  2. Raccogliete nell’insalatiera l’insalata, i finocchi, il sedano, i pompelmi e i cube’ di pane.
  3. Preparate il condimento frullando a bassissima velocità il succo di pompelmo ; 4 cucchiai di olio di oliva, qualche foglia di menta, un ciuffetto di prezzemolo  1 cucchiaio di acqua, sale e pepe.
  4. Condite l’insalata con la salsa preparata, mescolate con delicatezza e portare tavola immediatamente.

Modalita’ di esecuzione: Facile – tempo: 30 minuti –

Brodo di giuggiole

Ingredienti: 1 kg di giuggiole raggrinzite * 2 mele cotogne • 1 limone • uva passa • 1 kg di zucchero • 1 I di fino bianco o rosso.

  1. Acquistate le giuggiole quando incominciano a raggrinzire e praticate in ognuna un taglietto, cercando di togliere pazientemente il nocciolo.
  2. Mettetele a bollire in una pentola contenente 1 I di acqua per almeno 1 ora e 30 minuti, con una quantità di zucchero pari al peso delle giuggiole; è consigliabile abbondare in acqua e zucchero: l’acqua evaporerà evitando di far attaccare la frutta alla pentola.
  3. Fate bollire senza coperchio, aggiungendo, secondo quello che la fantasia vi suggerisce, fettine di mele cotogne, abbondante scorza di limone grattugiata, una manciata di uva passa e anche altri frutti a scelta, sempre in quantità minore rispetto alle giuggiole.
  4. A mano a mano che l’acqua diminuirà (e comunque non prima di un’ora) aggiungete poco alla volta il vino.
  5. A fine cottura, fate raffreddare il brodo e servitelo insieme a una fetta di torta.
  6. Una variante di questa ricetta prevede, a fine cottura, l’aggiunta di zucchero caramellato, che conferisce un sapore del tutto speciale e ancora più dolce al brodo.

Modalita’ di esecuzione: Facile – tempo: 3 ore –

Cuore di fragola

ingredienti: 250 g di pasta sfoglia (vedi pag. 248) • burro • 500 g di (ragole • 20 g di zucchero * 2 cucchiai di zucchero a velo • 1 bustina di vaniglia • 250 g di panna fresca.

  1. Stendete la pasta sfoglia sottilmente e, usando lo stampo, ritagliate due cuori. Se non disponete di uno stampo a forma di cuore, disegnatelo e ritagliatelo da un cartoncino.
  2. Mettete i cuori di pasta sulla placca da forno imburrata, pungeteli in più punti con la forchetta e cuoceteli per circa 20 minuti a 180 °C.
  3. Lavate delicatamente e asciugate le fragole, tagliatele a metà e tenetene da parte una decina per guarnire.
  4. Mettetele in una terrina, cospargetele di zucchero e lasciatele insaporire per circa un’ora.
  5. Poi frullate il tutto con lo zucchero a velo e a vaniglia; montate la panna e unitevi la crema di fragole frullate.
  6. Stendete uno strato di panna alla fragola su uno dei cuori di sfoglia, sui bordi mettete delle fragole tagliate a metà e decorate con altra panna, usando l’apposita siringa da pasticciere.
  7. Ricoprite quindi con l’altro cuore, cospargetelo di zucchero a velo e decoratelo.

Modalita’ di esecuzione: difficile – tempo: 30 minuti  piu’ 1 ora di riposo -Vino  Champagne demi-sec.