Caffè

Ricette al caffè

Caffè:Quel gusto da intenditori

Equilibrato fra acido e amaro, corpo ricco e avvolgente, con note fiorite e fruttate, in cui si riconosce il caramello, il pan tostato, il cioccolato, mandorle e miele… Non è facile avvertire tutto questo sorseggiando un buon caffè, ma ci si può esercitare e approfondire, magari frequentando l’Università del Caffè di Trieste, dove si tengono corsi per produttori, coltivatori, imprenditori, addetti a bar e ristoranti, e semplici intenditori. Al bar come a casa, va ricercata la qualità. Caffè nella tazzina, ma non solo. Ingrediente di infinite ricette, dà il suo magnifico aroma a preparazioni di ogni tipo.

Ecco quattro idee firmate dagli esperti dell’Università del Caffè Illy di Trieste, ispirate ai sapori esotici. Quattro delizie da bere, che si possono preparare sia con l’espresso che con il caffè casalingo.

Università del caffè Illy di Trieste,

Espresso alla confettura di fichi

 espresso-con-confettura-di-fichi
Ingredienti • 30 ci di caffè 030 g confettura di fichi • 6 cubetti di ghiaccio

Raffreddare un bicchiere da bibita ponendolo in freezer per qualche minuto. Mettere il ghiaccio tritato nel mixing glass o nel vaso del frullatore. Unire il caffè e la confettura di fichi. Frullare per 30″. Versare nel bicchiere raffreddato e servire. Volendo, si può guarnire con un ciuffo di panna montata.

Caffè Freddo con noce moscata

freddo-con-noce-moscata
Dosi per 1 persona • 50 cl di caffè forte • 10 cl di zucchero liquido 920 cl di acqua minerale naturale 6 cubettidi ghiaccio • noce moscata

Raffreddare un bicchiere da bibita in freezer. Preparare il caffè. Mettere il ghiaccio tritato nel mixing glass, versare l’acqua minerale e lo zucchero. Unire la noce moscata grattugiandola al momento, quindi il caffè. Mescolare velocemente e versare tutto nel bicchiere.

Greco con anice stellato

 greco-con-anice-stellato

Dosi per 1 persona • 50 cl di caffè forte • 10 cl di zucchero liquido 6 cubetti di ghiaccio • anice stellato

Mettere a raffreddare il bicchiere, preparare II caffè. Mettere il ghiaccio tritato nel vaso del frullatore e versare lo zucchero. Unire un pizzico di anice stellato macinato al momento, quindi versare il caffè e frullare il tutto molto velocemente. Versare il tutto, compreso il ghiaccio residuo, nel bicchiere e servire.

Cappuccino con cannella

 cappuccino-con-cannellacaffè • 1 cucchiaino di sciroppo di zucchero • 30 cl di latte fresco scremato • 20 cl di panna liquida • 6 cubetti di ghiaccio • cannella

Raffreddare il bicchiere, preparare un caffè. Mettere del ghiaccio tritato nel mixing glass, versare lo zucchero e il latte. Aggiungere un pizzico di cannella e il caffè. Mescolare velocemente e versare tutto nel bicchiere.
Montare leggermente la panna ben fredda e versarla fino a riempire il bicchiere.

TORTA AL CAFFE’

 torta-al-caffe

INGREDIENTI per 4 persone
PAN DI SPAGNA GIÀ PRONTO uno del peso di circa 400 g, CAFFÈ IN POLVERE 60 g MARASCHINO, un bicchierino RUM, un bicchierino LIQUORE AL CAFFÈ

Per la crema
RICOTTA 400 g ZUCCHERO 150 g
ATTREZZATURA
una terrina una casseruola 3 ciotoline un recipiente per la cottura a bagnomaria un piatto da portata

Vini Consigliati
Calmo passito (Piemonte) a 10°C Moscato di Noto liquoroso (Sicilia) a 10 °C

DifficoltàMEDIATempo di preparazione40′ + 3hTempo di cottura20’Modalità di cotturaFORNELLOMicroondeNOPossibilità di congelazioneSìTempo di conservazione2 GIORNI

1 Preparate la crema. Mettete la ricotta in una terrina e lavoratela fi­no a renderla cremosa, quindi unite lo zucchero e mescolate bene. Versate il composto ottenuto in una casseruola e fatelo scaldare a ba­gnomaria, fino a quando si leverà un leggero bollore. Togliete la cas­seruola dal fuoco e lasciate raffreddare la crema.
2 Nel frattempo tagliate il pan di Spagna in tre strati. Diluite i li­quori in ciotoline con la stessa quantità di acqua. Ponete il disco di base sul piatto da portata e imbevetelo con il maraschino,- spalmatelo poi con poco meno di un terzo della crema alla ricotta e cospargete­lo con un terzo di polvere di caffè.
3 Coprite con il disco centrale e ripetete la stessa operazione, ba­gnando però con il rum. Spruzzate il lato interno del disco superiore con il liquore al caffè e ponetelo, delicatamente per non romperlo, sul resto della torta,- quindi completate il dolce, spalmandolo in su­perfìcie e lateralmente con la crema rimasta.
4 Mettete la torta in frigorifero per almeno 3 ore. Prima di servirla, spolverizzatela con la polvere di caffè rimasta ed eventualmente de­coratela con ciliegine candite e chicchi di caffè.

Consigli Pratici
Per tagliare il pan di Spagna senza romperlo, usate un coltello sottile con lama ben affilata e seghettata, oppure adoperate un filo robusto, che passere­te intorno alla circonferenza e tirerete contemporaneamente dai due capi.
CURIOSITÀ
Del caffè hanno tessuto le lodi personaggi famosi. Voltaire ne beveva fino a 50 tazze al giorno, Leopardi ne era ghiottissimo, Bach gli dedicò perfino un componimento.

Cheesecake di caffè e cioccolato

cheesecake-di-caffe

INGREDIENTI per 6 persone
BISCOTTI SECCHI 100 g possibilmente al cioccolato FORMAGGIO FRESCO 250 g, di tipo spalmabile CAFFÈ SOLUBILE un cucchiaio CIOCCOLATO FONDENTE 100 g, tritato MANDORLE IN POLVERE 40 g PANNA DA MONTARE un di PANNA ACIDA 100 g ZUCCHERO A VELO un cucchiaino UOVA 2, ZUCCHERO 110 g BURRO 100 g

ATTREZZATURA
un matterello, due tegamini, 2 terrine una tortiera, una frusta elettrica una ciotola, carta vegetale una tasca da pasticceria

Difficoltà MEDIA
Tempo di preparazione  30′ + Ih
Tempo di cottura 50
Modalità di cottura   FORNELLO E FORNO
Microonde  SI
Possibilità di congelazione  NO
Tempo di conservazione  2 GIORNI

Vini Consigliati  Alto Adige Moscato giallo a io °C Marino amabile (Lazio) a 10 °C

Mettete i biscotti sulla spianatoia e con un matterello riduceteli in polvere finissima. Fate fondere 80 g di burro in un tegamino. Versate in una terrina i biscotti e le mandorle in polvere, lo zucchero e il burro fu­so e lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo: mettetelo nella tortiera imburrata e premetelo sul fondo e sulle pareti foderandoli completamente,- ponete quindi la tortiera in frigorifero.

Con la frusta elettrica frullate il formaggio in una terrina, unite poco alla volta lo zucchero, il caffè sciolto in 1 cucchiai d’acqua, metà del cioccolato e, quando il tutto sarà bene amalgamato, aggiun­gete la panna acida e le uova, battute leggermente in una ciotola a parte. Versate il composto nella tortiera preparata e distribuitelo uniformemente. Cuocete la torta in forno a 180 °C per 45 minuti. Sfornatela, lasciatela raffreddare e mettetela in frigorifero per un’ora.

In uh tegamino a bagnomaria fate fondere il cioccolato tritato ri­masto, versatelo sopra un foglio di carta vegetale e stendetelo in uno strato uniforme e sottile. Ritagliatevi delle formine a piacere e tenete­le in frigorifero finché si saranno rassodate. Montate la panna, mette­tela nella tasca da pasticceria e distribuitela sul bordo della torta e tutt’attorno alla base e decoratela con le formine di cioccolato,- co­spargete infine il centro del dolce con zucchero a velo e servite.

CURIOSITÀ

La parola “caffè” deriva dalla pronuncia turca gohvè dell’arabo gahmh, che significava bevanda eccitante in genere, e poi fu esteso alla bevanda ottenuta dai chicchi di caffè.
Consigli Pratici

Per montare perfettamente la panna, ricordatevi di tenere in frigorifero per qualche ora sia il contenitore in cui la frullate, sia la frusta, in modo che risultino ben freddi al momento dell’uso.

gelato-al-caffe

Gelato al caffè

INGREDIENTI per 6 persone

CAFFÈ MOLTO FORTE un bicchiere
TUORLI D’UOVO 7
LATTE 8 dl
PANNA MONTATA un dl
ZUCCHERO 180 g
ZUCCHERO A VELO 2 cucchiai

DifficoltàMEDIATempo di preparazione 10′ + 30’Tempo di cottura20’Modalità di cotturaFORNELLOMicroonde NO Possibilità di congelazione SÌ Tempo di conservazione 3 GIORNI

CURIOSITÀ

Il caffè è una delle tre bevande (le altre sono il tè e il cacao) che, a partire dal 700, hanno influito decisamente sul costume, specie per quanto riguarda le riunioni mondane.
ATTREZZATURA
una casseruola una terrina una gelatiera elettrica o manuale un  porzionatore  per gelato 6 coppette individuali

Vini Consiguati
Marsala (Sicilia) a 10 °C Piemonte Moscato passito a 10 °C

  •  In una casseruola portate a ebollizione il latte, nel frattempo met­tete in una terrina i tuorli con lo zucchero e lavorateli fino a ottenere una crema spumosa e chiara. Unite poco per volta il latte bollente e mescolate bene.
  • Trasferite il composto nella casseruola, rimettete sul fuoco e fate cuocere, senza lasciar bollire, per 20 minuti, mescolando in continua­zione con un cucchiaio di legno. Quando la crema inizierà ad aderire al cucchiaio toglietela dal fuoco e, sempre mescolando, lasciatela raf­freddare a temperatura ambiente.
  • Aggiungete alla crema, ormai fredda, il caffè. Rigirate bene il composto e mettetelo nella gelatiera per 15-20 minuti, o fino a quan­do otterrete un gelato piuttosto morbido. Con l’apposito attrezzo, ri­cavatene delle palline e mettetele in coppette individuali, decorando  la superficie con alcuni chicchi di caffè.
  • Consigli Pratici
    Se non viene utilizzato immediatamente, versate il gelalo in un contenitore da freezer con chiusura ermetica e ponetelo nel congelatore fino al momento di servirlo ai vostri ospiti.Formine di crema al caffèformine-di-crema-al-caffe

    Ingredienti per 8 persone
    LATTE un litro e un quarto
    CAFFÈ IN POLVERE 80 g, macinato finissimo
    UOVA 8
    ZUCCHERO 250
    Burro q.b.
    SALE un pizzico
    Per guarnire
    PANNA MONTATA q.b. CHICCHI DI CAFFÈ q.b.
    ATTREZZATURA
    una casseruola una terrina un recipiente per la cottura a bagnomaria 8 stampini un piatto da portata

    Difficoltà MEDIA Tempo di preparazione35′ + IhTempo di cottura35′ Modalità di cottura FORNELLO Microonde NO Possibilità di congelazione NO Tempo di conservazione 2 GIORNICURIOSITÀ
    Con i chicchi di caffè e grasso animale, i nomadi guerrieri delle montagne dell’Etiopia preparavano una caramella: era il loro unico alimento nelle spedizioni di caccia e durante i saccheggi

     Vini Consigliati
    Marsala (Sicilia) a 10 °C Calmo passito liquoroso (Piemonte) a 10 °C

  • In una casseruola fate scaldare il latte con il caffè, quindi togliete il capiente dal fuoco e lasciatelo riposare per mezz’ora. Passatelo poi attraverso un telo fine inumidito.
  • In una terrina sbattete leggermente le uova con una frusta, unite quindi lo zucchero e un pizzichino di sale e continuate a sbattere fino d ottenere un composto gonfio e spumoso. Versate, poco alla volta, le uova nel latte, sbattendo energicamente.
  • Con il composto preparato riempite gli stampini leggermente unti di burro. Trasferiteli in un recipiente contenente acqua calda e lasciate cuocere a bagnomaria sul fornello per 20-25 minuti o finché la crema sarà rappresa.

Togliete gli stampini dal bagnomaria e, quando saranno freddi, trasferiteli in frigorifero. Al momento di servirli su un piatto da portata, formateli e decorateli con un ciuffo di panna montata alla sommità e r chicco di caffè.

ATTREZZATURA
una casseruola una terrina un recipiente per la cottura a bagnomaria 8 stampini un piatto da portata

Consigli Pratici
per ottenere la polvere di caffè macinata finissima, occorrerebbe il macinino che si usa per il caffè alla turca. In mancanza di questo, usate il normale macinino elettrico, passando poi il caffè così macinato a un setaccio fine.

Pudding al caffè

pudding-al-caffeINGREDIENTI  per 4 PERSONE

CAFFÈ una tazzina, molto forte e caldo UOVA 4 GELATINA IN POLVERE 40 g WHISKY un bicchierino PANNA MONTATA 100 g NOCI TRITATE 100g ZUCCHERO 150 g

ATTREZZATURA
2 terrine una frusta una siringa da pasticciere un recipiente con ghiaccio tritato un recipiente per la cottura a bagnomaria una ciotola da portata

DifficoltàELABORATATempo di preparazione40′ + 4hTempo di cottura15’Modalità di cotturaFORNELLOMicroondeNOPossibilità di congelazioneNOTempo di conservazione2 GIORNI

Vini Consigliati
Asti spumante (Piemonte) a 8 °C Moscadello di Montalcino Vendemmia tardiva (Toscana) a 10 °C

In una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero, fino a ottenere un riposto giallo chiaro, piuttosto denso. Sciogliete la gelatina nel è caldo, lasciate intiepidire, quindi aggiungetela al composto di Hi sbattuti. Mescolate bene e mettete la terrina a bagnomaria in recipiente contenente acqua bollente,- mettete su fiamma bassa e scolate con la frusta fino a quando il composto comincia ad ad­densarsi, senza però lasciarlo mai bollire. Nel frattempo in una terrina montate gli albumi a neve ben soda.

Quando la crema sarà pronta, togliete la terrina dal fuoco e lasciatela intiepidire. Mettetela quindi in un recipiente più grande cont­ente ghiaccio tritato e continuate a mescolare fino a quando la ma sarà ben soda. Unite il whisky e, sempre mescolando, gli albumi montati a neve, incorporandoli con delicatezza per non smontarli.

Versate nella ciotola da portata il composto, che dovrà rimanere io il bordo di circa 4 centimetri e passate in frigorifero per 4 ore. momento di servire mettete la panna montata nella tasca da pasticceria e decorate il dolce tutt’intorno, completate al centro con le noci tritate e servite in tavola

Consigli Pratici
Se non riuscite a reperire la gelatina in polvere la potrete sostituire con una me dose di quella in fogli, avendo cura, prima di utilizzarla, di farla ammorbidire in una ciotolina con acqua tiepida.

CURIOSITÀ
Pudding è il nome inglese delle composizioni, dolci o salate, che noi indichiamo come budini o sformati. Il più tipico è il plum pudding, tradizionale per Natale.

Cioccolatini al caffè

cioccolatini-al-caffeINGREDIENTI per 6 persone

CIOCCOLATO FONDENTE 100 g CAFFÈ SOLUBILE un cucchiaio PANNA LIQUIDA 40 g

ATTREZZATURA
una casseruola un recipiente per la cottura a bagnomaria un tegamino una tasca da pasticceria con bocchetta dentellata alcuni pirottini di carta un vassoio oppure un piatto da portata

DifficoltàMEDIATempo di preparazioneIO’ + 3-4hTempo di cottura15’Modalità di cotturaFORNELLOMicroondeNOPossibilità di congelazioneNOTempo di conservazione3 GIORNI

CURIOSITÀ
La tostatura del caffè si effettua con correnti di gas o aria calda; tanto più elevata sarà la temperatura, tanto minore sarà il contenuto di caffeina.

Vini Consigliati  Breganze Torcolato (Veneto) 10°C Bianco di Valdinievole Vin Santo (Toscana) a 10 °C

Dividete a pezzi il cioccolato fondente, mettetelo in una casseruola e fatelo sciogliere a bagnomaria, quindi toglietelo dal fuoco e  tenetelo da parte.

Portate a ebollizione, in un tegamino e a fuoco moderato, la panna stemperata con il caffè solubile. Uniteli al cioccolato fuso, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno finché si saranno bene amalgamati, e fate intiepidire.

Versate il composto in una tasca da pasticceria munita di bocchetta dentellata e, premendo leggermente, disponetelo a mucchietti  nei pirottini di carta. Conservate i cioccolatini in frigorifero per qualche ora, finché si saranno rappresi.
Al momento di servirli, trasferiteli su un vassoio o su un piatto da portata.

Consigli Pratici
Questi deliziosi cioccolatini possono anche essere preparati utilizzando dell’orzo solubile anziché del caffè. Per dare un tocco estetico in più, potrete guarnire il centro di ogni cioccolatino con un chicco di caffè, oppure con una violetta di zucchero, facilmente reperibile in pasticceria.

Nella  biblioteca di Walpi ricette  ” Quaderni di Cucina ”  Dolci  DeAgostini

.

Altre informazioni sul caffè in  edicolawalpi il-caffe/