Weber

Smoky Flavor
Shop - advertising

Ricette con la frutta fantasia in cucina


TORTE ALLA FRUTTA

Torta_alle_Fragole

#Ricetta_di_Base

8 PORZIONI
1 (23 cm) pandispagna alla vaniglia (vedi ricetta)
125 ml sciroppo aromatizzato al Grand Marnìer (vedi ricetta)
250 ml crema pasticcera
600 g fregole fresche pulite
750 ml crema Chantilly
160 ml glassa di fragole (vedi ricetta)

• Tagliare il pandispagna in due strati. Spennellare ognuno con lo sciroppo. Guarnire il primo strato con crema pasticcera.
Cospargere con 400 g di fragole e 250 ml di crema Chantilly.
Coprire con il secondo strato. Rifinire con crema pasticcerà.

• Immergere le fragole limaste nella glassa. Sistemarle a corona sulla torta. Decorare il centro con la crema Chantilly rimasta usando una spatola o una tasca da pasticceria con il beccuccio
scanalato.

• Refrigerare o servire subito.

Torta ai Mirtilli

8 PORZIONI
1 pandispagna ai semi di papavero
750 g mirtilli
160 ml glassa di albicocche
2 cucchiai semi di papavero

• Preparare la torta seguendo la #Ricetta_di_Base,  ma sostituendo il pandispagna alla vaniglia con quello ai semi di papavero, le fragole con i mirtilli e la glassa di fragola con quella di albicocche. Sistemare i mirtilli al centro della torta.
Coprire con la glassa di albicocche. Cospargere i semi di papavero attorno alla torta.

– Torta all’ananas

8 PORZIONI
1 pandispagna all’arancia  (Vedi ricetta)
18 fette di ananas in scatola
60 g cacao

• Preparare la torta seguendo la #Ricetta_di_Base , ma sostituendo il pandispagna alla vaniglia con quello alle arance, le fragole con l’ananas e la glassa di fragole con una al cacao.

• Tenere da parte 6 fette di ananas per decorare. Sistemarle sopra la torta dopo averla composta.
Cospargere con cacao.

Tartufini profumati ai formaggi

ingredienti per 4 persone

  • 200 g di ricotta
  • 50 g di gorgonzola
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 50 g di fontina
  • 50 g di groviera
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • qualche gheriglio di noce

difficoltà: Bassa
preparazione: 25 minuti più 30 minuti di riposo
cottura: Nessuna____
vino: Terre di Franciacorta Bianco (Lombardia)
Torgiano Bianco (Umbria)

Eliminate la crosta dalla fontina e dal groviera, tritateli finemente e metteteli in una ciotola.
Unitevi il gorgonzola leggermente schiac­ciato con una forchetta, la ricotta e 50 g di parmigiano grattugia­to.
Mescolate con un cucchiaio di legno fino a ottenere una cre­ma omogenea che porrete in frigorifero lasciandola riposare per 30 minuti circa.

Nel frattempo tritate grossolanamente i gherigli di noce; lavate il prezzemolo e il basilico, tamponateli con un telo e sminuzzateli.

Formate con il composto di formaggi tante palline delle dimen­sioni di una nocciola, poi avvoltolatene una parte nelle noci, una parte nel prezzemolo e basilico sminuzzati e le restanti nel parmigiano rimasto.

Disponete i tartufini su un piatto da portata, adagiandoli a piacere su un letto di insalatina fresca, alternati con chicchi di uva bianca.

Fagiano con l’uva

Tempo di Tempo di preparazione: 30′ cottura: 1h 30′

DOSI PER 4 PERSONE:
1 fagiano novello di circa 1,200 kg
il cuore e il fegato del fagiano
500 g di uva bianca
6 foglie di vite lavate e asciugate
6 fette di pancetta
3 cucchiai di olio
30 g dì burro
I ciuffo di prezzemolo
un pizzico di timo
1 foglia di alloro
1 bicchierino di brandy
il succo di 1 limone
qualche cucchiaio di vino bianco secco
(se necessario)
sale e pepe

VINI: Brunello di Montalcino (Toscana) servito a 18 °C; Barbaresco (Piemonte) servito a 18 °C; Cabernet dei Colli Orientali Friulani servito a 18 °C.

• Pulite, fiammeggiate e lavate con poca acqua e limone il fagiano, il fegato, il cuore e asciugateli.

• Lavate il prezzemolo e con l’alloro formate un mazzolino.

• Salate e pepate internamente il fagiano, avvolgetelo prima con le foglie di vite, senza picciolo, poi con le fettine di pancetta e legatelo con uno spago sottile. Tritate finemente il fegato e il cuore.

• Fate scaldare in una casseruola l’olio e il burro: mettetevi il fagiano, rosolatelo uniformemente a fuoco vivace, aggiungete il fegato e il cuore, lasciateli insaporire,
quindi unite il mazzolino aromatico e il timo; versate il brandy e fatelo evaporare, sempre a fuoco vivo. Coprite la casseruola e lasciate cuocere a fuoco basso per tre quarti d’ora circa, aggiungendo, se occorre, qualche cucchiaio di vino.
Lavate, asciugate e sgranate l’uva.

• Togliete il fagiano dal recipiente di cottura e tenetelo in caldo; mettete nella stessa casseruola l’uva a fatela cuocere a fuoco molto basso per una ventina di minuti.

• Eliminate lo spago, la pancetta e le foglie di vite e mettete il fagiano su un piatto di portata precedentemente riscaldato: versate sopra l’uva e il fondo di cottura e
servite subito in tavola.
Il fagiano, un tempo piuttosto raro e assai pregiato, è diventato oggi comune, dato lo sviluppo dell’allevamento e i consistenti «lanci» nelle riserve di caccia.

Translate »
Scroll Up