GIOIAVERDE Radicchio

 

Table of Contents / Attiva il menu >

Crostini al radicchio con crema di ricotta

.

Ingredienti per 4 persone
1/2 filoncino di pane
1/2 radicchio di Chioggia
150 g di ricotta 2 scalogni
1 cucchiaio d’aceto balsamico
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 cucchiaino di zenzero
erba cipollina sale

Preparazione 15 minuti / Cottura io minuti Esecuzione facile /
Vino Colli di Conegliano Verdiso

Affettate il pane e tostatelo in forno per pochi minuti. Tritate gli scalogni e lasciateli appassire con l’olio d’oliva. Unite il radicchio rosso Lavato, strizzato e tagliato finemente; aggiungete l’aceto balsamico, un pizzico di sale e fate cuocere a fuoco Lento per 5 minuti.
Con i rebbi della forchetta Lavorate La ricotta a crema, aggiungete L’erba cipollina tritata (conservatene quaLche foglia intera per decorare) e il cucchiaino di zenzero grattugiato. Componete i crostini spalmando La crema di ricotta e completando con una quenelle di radicchio rosso. Decorate con un filo di erba cipollina.
La curiosità Per dare più sapore ai crostini potete sostituire la ricotta con del caprino fresco o con un altro formaggio spalmabile a vostra scelta.

Pizzette di polenta con radicchio

Ingredienti per 4 persone
150 g di farina di mais
300 ml d’acqua
1 radicchio trevigiano
700 g di asiago
4-5 gherigli di noce
i cucchiaio di olio d’oliva extravergine
1/2 cipolla bianca
sale

Preparazione 20 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile /
Vino Refosco dal Peduncolo Rosso

Scaldate L’acqua con un pizzico di sale, quindi versatevi a pioggia La farina di mais e cuocete La polenta per 20 minuti. Stendetela poi su un foglio di carta da forno e livellatela con una spatola bagnata. Lasciatela raffreddare e ritagliate dei cerchietti con l’aiuto di uno stampino o di un coppapasta, riponendoli su un secondo foglio o una teglia.
Affettate la cipolla ad anelli sottili; scaldate l’olio in una padella e fatela appassire. Lavate il radicchio, asciugatelo delicatamente e tagliatelo a strisce sottili, quindi fatelo saltare brevemente con la cipolla. Tritate le noci e riducete l’asiago a dadini.
Sistemate sui cerchietti di polenta la cipolla con il radicchio rosso, qualche dadino di asiago e le noci tritate. Fateli cuocere a 190°C per circa 7 minuti. Servite le pizzette ben calde.

Crostini con salsa di radicchio

Ingredienti per 4 persone
8 fette di pane casereccio
2 radicchi trevigiani
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1/2 cipolla bianca
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino d’aceto rosso
sale e pepe

Preparazione 20 minuti | Cottura 10 minuti | Esecuzione facile
Vino Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Brut

Tritate la cipolla finemente e fatela stufare in casseruola con l’olio a fiamma bassissima senza farla dorare. Lavate i radicchi e tagliuzzateli grossolanamente, uniteli alla cipolla e sfumate dopo poco con L’aceto rosso. Spolverate con lo zucchero e lasciate cuocere per circa io minuti, salando e pepando.
Versate il composto di radicchio e cipolla sul tagliere e tritatelo finemente al coltello, lasciando poi raffreddare in una terrina. Fate tostare per qualche minuto il pane sotto il grill del forno, dopo averlo cosparso, a piacere, con un filo di olio d’oliva.
Servite la crema a piccole quenelle con i crostini o utilizzatela come base per panini vegetariani.
L’idea in più Potete utilizzare la crema di radicchio per accompagnare piatti di formaggi semi-stagionati, per farcire torte salate o come alternativa alla salsa di pomodoro per una pizza insolita.

Flan di trevigiano stufato al balsamico e parmigiano

Ingredienti per 6 persone
2 radicchi trevigiani
2 cipolle bionde
200 g di ricotta di pecora
3 cucchiai di aceto balsamico
2 cucchiai di parmigiano
50 g di burro
100 ml di vino bianco
5 cucchiai di pangrattato
noce moscata
sale e pepe

Preparazione 20 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile /
Vino Colli Orientali del Friuli Tocai

Pelate e tritate finemente Le cipolle, quindi stufatele in una casseruola con 20 g di burro; quando saranno trasparenti aggiungete i radicchi tagliati a pezzetti e sfumate prima con l’aceto e poi con il vino. Fate cuocere dolcemente per 1o minuti e aggiustate di sapore.
In una terrina lavorate a crema la ricotta con il parmigiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e l’uovo; aggiungete il radicchio e amalgamate. Unite anche il pangrattato, per rendere l’impasto piuttosto asciutto (la quantità può variare a seconda di come risulta il radicchio già cotto).
Imburrate e passate nel pangrattato 6 stampini e riempiteli con il composto fino a 1 cm dal bordo. Cuoceteli in forno a 19o°C per 20 minuti (la parte superiore deve risultare dorata). Sformateli e serviteli caldi accompagnati, a piacere, con una dadolata di pomodori conditi con olio d’oliva, sale e basilico.

Tartellette con indivia belga e prosciutto crudo

Ingredienti per 4 persone
725 g di farina bianca “oo”
125 g di burro
2 cespi di indivia belga
2 uova
i bicchiere di latte
i cucchiaio di fecola
1/2 spicchio d’aglio
80 g di prosciutto crudo
sale e pepe

Preparazione 55 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione media /
Vino Tòcai Friulano

Amalgamate La farina, 85 g di burro morbido, un pizzico di sale e 2 cucchiai d’acqua, quindi Lasciate riposare in frigorifero L’impasto ottenuto.
Lavate L’indivia, sbollentatela in acqua salata, scolatela e asciugatela. In un pentolino sciogliete 20 g di burro e rosolatevi l’aglio; toglietelo e brasate l’indivia con sale e pepe per 5 minuti. In una terrina unite Le uova con il latte, la fecola, un pizzico di sale e sbattete bene.
Stendete la pasta con un matterello a uno spessore di 1/2 cm e ricavate 4 dischi di 12 cm di diametro. Imburrate e infarinate 4 formine monoporzione e foderatele con la pasta. Bucherellatela, adagiatevi l’indivia brasata e ricopritela con l’impasto di uova. Mettete in forno a i8o°C per 20 minuti. Appena i tortini saranno pronti, toglieteli dalle formine e adagiate sopra ognuno 2 fettine sottili di prosciutto crudo.
L’idea in più Potete provare questa ricetta anche sostituendo l’impasto descritto con la pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana

Tortine brisée con gamberi e radicchio

Ingredienti per 6 persone
500 g di farina bianca “oo”
3 cucchiai di o(io d’oliva extravergine
3 cucchiai di vino bianco
750 g di burro
2 uova
i tuorlo
300 g di code di gambero
320 g di radicchio trevigiano
3 cucchiai di panna fresca
prezzemolo saie e pepe

Preparazione 25 minuti / Cottura 35 minuti Esecuzione media /
Vino Atto Adige Gewiirztraminer

Unite in una terrina La farina, il burro, un pizzico di sale, 2 cucchiai di vino, i uovo e 1 tuorlo. Versate 1 cucchiaio d’olio, impastate velocemente e lasciate riposare in frigorifero per 20 minuti.
Mondate il radicchio e tagliatelo a striscioline sottili. Rosolatelo in padella con l’olio d’oliva rimasto e il prezzemolo tritato; salate e pepate.
Dopo un paio di minuti bagnate col vino rimasto e, quando sarà evaporato, aggiungete la panna, mescolate e fate addensare. Rompete 1 uovo nella padella, togliete dal fuoco e mescolate.
Ponete la pasta brisée sul piano di Lavoro e tiratela con un mattarelLo fino a uno spessore di 1/2 cm. Imburrate e infarinate delle piccole teglie e rivestitele con la pasta; adagiatevi le code di gambero pulite, quindi versate il composto di radicchio. Infornate a 170°C per 25 minuti, quindi lasciate intiepidire e servite.
L’idea in più Per risparmiare tempo senza rinunciare alla bontà, potete anche utilizzare La pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana.

Radicchio rosso fritto

Ingredienti per 6 persone
1,3 kg di radicchio trevigiano
1/2 kg di farina bianca “oo”
1/2 l di birra
4 uova
oLio di semi per friggere
sale

Preparazione 10 minuti / Cottura 1o minuti Esecuzione facile /
Vino Bardolino Chiaretto

Lavate il radicchio intero con acqua fredda corrente e tagliatelo a spicchi.
In una terrina mescolate bene con una frusta le uova con la birra fresca, la farina e un pizzico di sale, fino a ottenere una pastella liscia, priva di grumi e piuttosto elastica.
Immergete gli spicchi di radicchio nella pastella e friggeteli in abbondante olio bollente; scolateli appena dorati con un mestolo forato e asciugateli su carta assorbente. Salate e servite immediatamente.
L’idea in più Potete variare leggermente la ricetta sostituendo La birra utilizzata per la pastella con acqua gassata freddissima.

Risotto al radicchio rosso e scampi

Ingredienti per 4 persone
240 g di riso Vialone Nano
400 g di radicchio rosso di Verona
2 l di’ brodo vegetale
?6 scampi medi (12 code e 4 scampi interi)
2 cucchiai di parmigiano
7 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 scalogno sale e pepe

Preparazione 15 minuti Cottura 50 minuti Esecuzione facile /
Vino Soave Classico Superiore

Scaldate IL brodo vegetale e versatevi gli scampi interi. Mondate e lavate il radicchio, asciugatelo e tagliatelo a striscioline sottili; tagliate finemente lo scalogno al coltello.
In una pentola fate rosolare lo scalogno e il radicchio in 2 cucchiai d’olio. Aggiungete il riso e fate tostare per 5 minuti; continuate a cuocere per io minuti circa, bagnando poco alla volta con il brodo e aggiustando di sapore durante la cottura.
Nel frattempo sgusciate le code degli scampi; unitele al riso un paio di minuti prima di ultimare la cottura e mantecate con l’olio rimasto e il formaggio grattugiato. Versate il risotto in 4 piatti caldi e mettete in ognuno lo scampo intero cotto nel brodo vegetale.

Risotto Con quaglie, radicchio e tartufo

Ingredienti’ per 4 persone
250 g di riso Viatorie Nano
2 quaglie
Vi radicchio trevigiano
1/2 cipolla bianca
1 costa di sedano
T/2 carota
1/2 tartufo piccolo
i noce di burro
1l di brodo
1 cucchiaio di parmigiano
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
sale e pepe

Preparazione 25 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile /
Vino Amarone della Valpolicella

Passate Le quaglie sulla fiamma e lavatele per eliminare la peluria. Tagliatele in 4 parti e privatele delle interiora. Tritate la cipolla, la carota e il sedano e soffriggeteli in una casseruola con l’olio. Unite le quaglie, cuocetele per 5-6 minuti e bagnate con poco brodo.
Fate intiepidire la carne e spolpatela, tritandola poi grossolanamente al coltello. Tostate il riso nel fondo di cottura delle quaglie e cominciate a bagnare con il brodo bollente, aggiungendolo pian piano. Unite la carne delle quaglie dopo io minuti e salate Leggermente.
Lavate il radicchio e tagliatelo finemente; saltatelo in padella con poco burro e incorporatelo al risotto. Al termine della cottura mantecate con il parmigiano grattugiato e il tartufo tagliato a lamelle sottili. Aggiustate di sale e pepe e servite.
L’idea in più Per sfumare il riso potete utilizzare i bicchiere di vino rosso corposo tipo Amarone della Valpolicella: si sposerà benissimo con il sapore delle quaglie e l’amarognolo del radicchio.

Risotto con Speck, radicchio e taleggio

Ingredienti per 4 persone
550 g di riso Carnaroli
200 g di radicchio rosso
150 g di speck 150 g di taleggio
800 ml di brodo vegetale
1/2 cipolla
3 cucchiai di parmigiano
50 g di burro
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine

Preparazione 15 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile /
Vino Lagrein Dunkel

Tritate La cipolla e soffriggetela in una casseruola con l’olio d’oliva. Unite lo speck e il radicchio tagliati a striscioline, lasciate stufare per alcuni minuti, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare. Versate il brodo, coprite e cuocete a fiamma moderata per 20 minuti.
Tagliate il taleggio a dadini e unitelo al riso qualche minuto prima della fine della cottura.
Mantecate il risotto con il burro e il parmigiano grattugiato; lasciate riposare alcuni minuti e servite.
L’idea in più Se volete arricchire il piatto, potete presentarlo accompagnato da un quarto di radicchio avvolto in una fetta di speck, cotti alla piastra durante la preparazione del riso.

Ravioli al radicchio con ricotta e noci

Ingredienti per 4 persone
500 g di Ravioli al radicchio Gioiaverde Rana
100 g di gherigli di noce
100 g di burro
2 cucchiai di parmigiano
200 g di ricotta
sale

Preparazione 1o minuti / Cottura 5 minuti Esecuzione facile /
Vino Alto Adige Pinot Nero

Tritate grossolanamente 50 g di gherigli di noce e riducete gli altri 50 g a polvere fine.
Nel frattempo fate cuocere i Ravioli al radicchio in abbondante acqua bollente leggermente salata.
In una padella fate fondere il burro a fiamma bassa, aggiungete le noci tritate finemente, la ricotta e i ravioli scolati; mescolate velocemente e fate insaporire. Togliete dal fuoco e aggiungete le noci tritate grossolanamente. Servite il piatto ben caldo, cosparso con parmigiano grattugiato a piacere e un pizzico di sale.

Caramelle con trevigiano e ricotta ai semi di papavero

ingredienti per 4 persone
200 g di farina bianca “oo”
120 g di semola di grano duro
120 ml d’acqua
5 cucchiai di oLio d’oliva extravergine
3 cucchiai di olio di nocciola
20 g di semi di papavero
100 g di porro
600 g di radicchio trevigiano
250 g di ricotta
5 cucchiai di parmigiano
20 g di burro
sale e pepe

Preparazione 45 minuti Cottura 20 minuti Esecuzione media
Vino Alto Adige Santa Maddalena

Impastate Le farine con L’acqua, 2 cucchiai d’oLio e un pizzico di saLe. Formate una paLLa e LasciateLa riposare coperta per 20 minuti.
Lavate e tagliate il radicchio a listarelle, poi fatelo saltare con il burro e un pizzico di sale, finché non si sarà asciugato. Lasciate raffreddare, tritatelo finemente e mescolatelo alla ricotta; aggiungete 2 cucchiai di parmigiano grattugiato e aggiustate di sale e pepe.
Tirate La pasta in sfoglie sottili, distribuite su ogni striscia il ripieno a mucchietti distanti 5-6 cm, richiudete premendo con Le dita e ritagliate dei ravioli rettangolari. Afferrate ognuno alle estremità e rigiratelo a “caramella” tirando La pasta in modo da assottigLiarla dove si sovrappone.
Affettate IL porro a rondelle sottili e soffriggetelo in una padella con l’olio di nocciola e 3 cucchiai di olio d’oliva. Unite i semi di papavero, salate e lasciate insaporire per qualche minuto. Cuocete Le caramelle e versatele nel condimento. Mescolate e servite spolverizzando con 3 cucchiai di parmigiano grattugiato.

Lasagne al ragù d’anatra e radicchio

Ingredienti per 6 persone
25° g di lasagne
Sfogliagrezza
di Giovanni Rana
2 cespi di radicchio trevigiano
1/2 l di besciamella
550 g di polpa d’anatra
200 ml di salsa di pomodoro
40 g di pancetta
60 g di trito di cipolla, carota e sedano
6 cucchiai di parmigiano
200 ml di brodo di carne
1/2 bicchiere di vino rosso
9 cucchiai di olio d’oliva extravergine
J spicchio d’aglio
1 foglia d’alloro
noce moscata
sale e pepe

Preparazione 40 minuti / Cottura 70 minuti Esecuzione media
Vino Cabernet di Breganze

Preparate il ragù soffriggendo il trito di verdure con 5 cucchiai d’olio, La pancetta a cubetti e L’aglio. Unite La carne e Lasciate rosolare per qualche minuto. Bagnate con il vino, lasciando in parte evaporare; unite la salsa di pomodoro e il brodo. Insaporite con un pizzico di sale e pepe, L’alloro e La noce moscata. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti.
In una padella antiaderente saltate il radicchio tagliato a striscioline con l’olio rimasto, salate e mescolatelo al ragù a fine cottura.
In una pirofila da forno stendete un Leggero strato di besciamella e ragù, coprite con 1 foglio di pasta per Lasagne, quindi ancora besciamella, ragù e una spolverata di parmigiano. Continuate fino a esaurire gli ingredienti, terminando con besciamella, ragù, parmigiano e fiocchetti di burro. Cuocete in forno a 180°C per circa 25 minuti.
La curiosità Utilizzando pasta all’uovo precotta occorre Lasciare La besciamella più liquida: preparatela con 40 g di burro, 30 g di farina e 1/2 l di latte. Insaporitela con sale e noce moscata.

Paccheri in crema di radicchio, primosale e salsiccia

Ingredienti per 4 persone
400 g di paccheri
1 radicchio trevigiano
250 g di formaggio primosale
750 g di salsiccia
1 spicchio d’aglio
1 cipolla bionda piccola
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
2 cucchiai di latte
T/2 cucchiaino dì semi di finocchio
sale e pepe

Preparazione 75 minuti Cottura 20 minuti Esecuzione facile
Vino Nero d’Avola

Pelate e tritate la cipolla, unitela in padella all’olio e stufatela dolcemente. Unite i semi di finocchio precedentemente pestati. Lavate il radicchio, privatelo della parte bianca dura e tagliuzzatelo finemente al coltello.
Spellate e sbriciolate la salsiccia in padella nel fondo di cipolla stufata in modo da sgrassarla e sgranarla e aggiungete poi l’aglio schiacciato in camicia. Fate cuocere per i minuto e unite il radicchio. Rosolate per 5 minuti sfumando con il Latte e aggiustate di sale e pepe.
Bollite i paccheri, scolateli nella salsa al radicchio ben cremosa e unite il primosale tagliato a dadini piccoli al coltello, che si fonderà con la pasta. Servite subito.
La curiosità A piacere potete far gratinare la pasta così preparata sotto il grill del forno, aggiungendo del parmigiano grattugiato o poca besciamella.

Sformato di orzo, trevigiano e provola dolce

Ingredienti per 4 persone
500 g di orzo perlato
1 radicchio trevigiano
200 g di provola dolce
1 l di brodo vegetale
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1/2 cipolla bianca
1 porro
olio di semi per friggere
sale e pepe

Preparazione 15 minuti Cottura 40 minuti Esecuzione facile
Vino Ribolla Gialla

Sfogliate il radicchio, Lavatelo e asciugatelo. Dividete la parte bianca dalla rossa. Tritate finemente la cipolla, unite la parte bianca del radicchio e lasciate stufare per qualche minuto a fuoco vivo con l’olio d’oliva. Unite l’orzo, precedentemente lavato, e fatelo tostare leggermente. Bagnate con il brodo e lasciate cuocere per 30 minuti a fuoco medio.
A metà cottura unite la parte rossa del radicchio tagliata fine e aggiustate di sale e di pepe. Mantecate alla fine con i dadini di provola.
Ungete degli stampini monoporzione e riempiteli con l’orzotto. Passate in forno per 5 minuti a 2oo°C. Sformate e servite decorando con fili di porro tagliato a julienne fritti per pochi secondi in olio di semi bollente.
La curiosità La provola è un piccolo formaggio a pasta filata, di forma tondeggiante, prodotto con latte di bufala, mucca o misto. Matura in tempi più brevi rispetto al provolone e contiene una maggiore percentuale d’acqua.

Tagliatelle con radicchio, rucola e caprino

Ingredienti per 4 persone
1oo g di farina bianca “oo”
2 uova
2 tuorli
1 radicchio trevigiano
i mazzetto di rucola
150 g di caprino dolce
1/2 cipolla bionda
2 cucchiai di oiio d’oliva extravergine
i cucchiaio di parmigiano
noce moscata sale e pepe

Preparazione 55 minuti Cottura 15 minuti Esecuzione facile
Vino Gambellara

Disponete La farina a fontana, versatevi al centro le uova e i tuorli con un pizzico di sale e impastate fino a ottenere un composto omogeneo e liscio. Lasciate riposare La pasta avvolta nella pellicoLa trasparente.
Nel frattempo Lavate La rucola e tagliatela a julienne fine; fate lo stesso con il radicchio. Tritate La cipolla e stufatela in casseruola con L’olio. Unite poi le verdure, rosolandole brevemente e sfumando con 1 mestolino d’acqua. Salate e pepate leggermente, stemperate a fuoco spento il caprino e profumate con La noce moscata grattugiata.
Tirate La pasta sottile e ritagliate le tagliatelle; bollitele in abbondante acqua salata e scolatele in padella con la salsa, facendola ritirare. Spolverate con il parmigiano grattugiato e servite le tagliatelle ben calde.
L’idea in più Se non volete preparare la pasta come nella ricetta, Giovanni Rana vi propone le sue Tagliatelle fresche all’uovo Sfogliagrezza.

Tagliatelle con salsiccia e radicchio rosso

Ingredienti per 4 persone
500 g di Tagliatelle fresche all’uovo Sfogliagrezza di Giovanni Rana
250 g di salsiccia
200 g di radicchio trevigiano
3 cucchiai di parmigiano
40 g di burro
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 rametto di’ cerfoglio o prezzemolo
sale e pepe

Preparazione 10 minuti \ Cottura 15 minuti Esecuzione facile
Vino Merlot del Piave
Mondate e lavate il radicchio, tagliatelo a striscioline e tenetelo da parte. Scaldate l’olio in una padella antiaderente, unite la salsiccia sbriciolata, salate e pepate e fate rosolare per 5 minuti. Aggiungete il radicchio tagliato a striscioline e saltate il condimento per altri 5 minuti.
Cuocete le Tagliatelle in acqua bollente salata e scolatele al dente, conservando un po’ dell’acqua di cottura. Versatele nel sugo, unite il burro, il parmigiano grattugiato e le foglie di cerfoglio spezzettate. Saltate per alcuni minuti, facendo amalgamare bene i sapori, e servite.
La curiosità Per questa ricetta sono indicati anche diversi formati di pasta corta, tipo garganelli o torchietti all’uovo.

Radicchio brasato agrodolce con filetto di maiale

Ingredienti per 4 persone
2 radicchi trevigiani i cipolla bionda
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 spruzzata d’aceto bianco
1 cucchiaio di miele d’acacia
1 filetto di maiale (circa 600 g)
40 g di burro
3 spicchi d’aglio
1 rametto di rosmarino
4 foglie di salvia
1/2 bicchiere di vino bianco
saie e pepe

Preparazione 20 minuti / Cottura 20 minuti Esecuzione facile
Vino Refosco dal Peduncolo Rosso

Lavate il radicchio ed eliminate La base dura. Pelate e tritate finemente la cipolla, poi stufatela in casseruola con l’olio. Appena sarà trasparente unite il radicchio, aggiungete il miele e, quando inizia a caramellare, versate l’aceto. Fate evaporare bene, salate, pepate e fate cuocere a fiamma moderata con coperchio socchiuso per 6-7 minuti.
Nel frattempo salate e pepate il filetto ben sgrassato e rosolatelo in casseruola con il burro e gli spicchi d’aglio in camicia schiacciati; sfumate poi con 1/2 bicchiere scarso di vino e profumate con il rosmarino intero e la salvia spezzettata a mano.
Fate cuocere per circa 8 minuti, rigirando spesso, e lasciate riposare per 2 minuti. Affettate il maiale e servitelo su un letto di radicchio brasato.

Fegato e radicchio al Vin Santo e alloro

Ingredienti per 4 persone
1/2 kg di fegato di manzo
2 radicchi di Chioggia
750 ml di Vin Santo
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 bicchiere di latte
5 foglie di salvia
alloro
sale e pepe

Preparazione 15 minuti / Cottura 15 minuti Esecuzione facile
Vino Alto Adige Pinot Nero

Tagliate il fegato di manzo a fette. Amalgamate tutto il latte con il Vin Santo (lasciandone da parte 3 cucchiai). Stendete in una terrina il fegato, spolverate con la salvia sminuzzata e versate il latte. Fate marinare in frigorifero per circa 6 ore, coprendo con un piatto.
Sfogliate i radicchi, eliminate la base, lavateli e riduceteli a striscioline. Rosolateli in casseruola con l’olio, quindi versate il Vin Santo tenuto da parte e continuate la cottura, salando e pepando.
Scolate il fegato e piastratelo sulla ghisa rigata per i minuto per lato, salate e pepate leggermente. Servite la carne su un letto di radicchio stufato al Vin Santo, alternando a ogni fetta i foglia d’alloro.

Filetto di manzo al foie gras e radicchio brasato

Ingredienti per 4 persone
650 g di filetto di manzo
2 radicchi trevigiani
750 g di terrina di foie gras
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
2 spicchi d’agito
1 cucchiaio di zucchero di canna
vino bianco profumato
sale e pepe

Preparazione 10 minuti Cottura 12 minuti Esecuzione facile
Vino Lagrein Dunkel

Lavate i radicchi ed eliminate La base dura e bianca; riducete Le fogLie a pezzetti grossolani e tenetele da parte. Scaldate una casseruola con l’olio e gli spicchi d’aglio schiacciati e, appena prendono colore, unite il radicchio.
Rosolatelo per 2 minuti, unendo lo zucchero per stemperare l’amaro, e sfumate con il vino fino a farlo evaporare. Fate cuocere per 5 minuti e tenete al caldo, aggiustando di sale e pepe.
Tagliate il filetto in 4 pezzi e cuocetelo sulla griglia, salando la superficie cotta e girandolo solo una volta. Quasi a fine cottura appoggiate un pezzetto di terrina di foie gras in superficie in modo che si sciolga leggermente. Servite il filetto adagiato su una base di radicchio brasato.
La curiosità Dal punto di vista nutrizionale il foie gras è ricco di grassi insaturi che contribuiscono ad abbassare il tasso di colesterolo “cattivo” presente nel sangue

Saltimbocca al radicchio giallo

Ingredienti
per 4 persone
400 g di fettine di manzo magro
1/2 radicchio di Castelfranco
750 g di mozzarella fior di latte
5 fette di prosciutto cotto
10 foglie di salvia
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
2 spicchi d’aglio sale e pepe

Preparazione 15 minuti Cottura 5 minuti Esecuzione facile
Vino Cirò Rosato

Tagliate la base del radicchio e sfogliatelo delicatamente, Lavando le foglie e asciugandole su carta assorbente. Battetele poi leggermente per appiattirle. Tagliate la carne a pezzetti e fate lo stesso con il prosciutto.
Sovrapponete 1 fettina di prosciutto cotto su una di carne, unite il radicchio sfogliato e la salvia e fermate il tutto con uno stuzzicadenti.
Scaldate una padella antiaderente con l’olio e l’aglio pelato e rosolatevi la carne per 1 minuto per lato.
Tagliate la mozzarella a fettine e distribuitene un pezzette su ogni bocconcino di carne. Fate fondere sotto il grill del forno o semplicemente mettendo un coperchio sulla padella. Aggiustate di sapore e servite.

Radicchio trevigiano alla ghiotta

Ingredienti per 4 persone
400 g di radicchio trevigiano
300 g di mozzarella
150 g di prosciutto crudo
4 cucchiai di olio d’oliva extravergine
saie e pepe

Preparazione 10 minuti Cottura 10 minuti Esecuzione facile /
Vino Piave Tocai

Eliminate la base dei cespi di radicchio e lavateli accuratamente. Scolateli, asciugateli e tagliateli in verticale a fette spesse 1/2 cm. Conditele con l’olio d’oliva extravergine, il sale e il pepe.
Scaldate una griglia sul fuoco, ponetevi il radicchio e cuocetelo per circa 3 minuti. Disponetelo quindi in una pirofila di ceramica. Tagliate la mozzarella a fette e stendetela sul radicchio.
Ponete la pirofila in forno e cuccete a i8o°C per circa 6 minuti. Sfornate e stendete le fette di prosciutto crudo tagliato sottile sulla mozzarella; servite il piatto ben caldo.
L’idea in più A piacere potete sostituire il prosciutto crudo con dello speck e la mozzarella con asiago o brie.

Radìcchio rosso con seitan e verdure

Ingredienti per 4 persone
2 radicchi trevigiani erba cipollina
400 g di seitan fresco
2 coste di sedano
i carota
1/2 cipolla bionda
T/2 cucchiaino di sesamo
i spicchio d’aglio
6 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale
sale e pepe

Preparazione 15 minuti / Cottura 25 minuti Esecuzione facile
Vino Pinot Grigio del Piave

Pelate La carota e la cipolla; lavate bene il sedano e tagliate tutte le verdure a pezzetti piuttosto piccoli. Scaldate l’olio d’oliva in una casseruola con lo spicchio d’aglio e il sesamo.
Aggiungete le verdure in casseruola e fatele cuocere per 5 minuti a fuoco basso; sfumate con il vino bianco e aggiungete il seitan precedentemente tagliato a cubetti piccoli. Salate, pepate e fate cuocere coperchiato, bagnando spesso con poco brodo caldo.
Non appena il composto a base di seitan e verdure risulterà cotto e il fondo ben legato, mettetelo a cucchiaiate dentro le foglie di radicchio rosso, lavate e asciugate accuratamente. Legate ogni foglia con un filo di erba cipollina e servite.

Insalata tiepida di pisellini, topinambur e salamella

Preparazione 15 minuti Cottura 10 minuti Esecuzione facile
Vino Cirò Rosso

Ingredienti per 4 persone
1/2 radicchio di Chioggia
300 g di pisellini novelli
3 topinambur
1/2 limone
200 g di salamella semi-stagionata
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
sale e pepe

Pelate i topinambur, tagliateli a bastoncini e sbollentateli per 3-4 minuti in acqua salata e acidulata con succo di limone; scolateli e lasciateli raffreddare. Bollite i pisellini in acqua salata scolandoli bene al dente e conditeli con olio d’oliva, sale e pepe.

Lavate il radicchio, tagliatelo finissimo, disponendolo sul fondo dei piatti, e conditelo. Tagliate la salamella, privata della pellicina esterna, e riducetela a pezzetti; rosolatela brevemente in padella antiaderente senza l’aggiunta di grassi.

Servite i pisellini tiepidi sul letto di radicchio rosso e completate con i topinambur e la salamella croccante. Condite leggermente a piacere e servite subito.

La curiosità La salamella è un insaccato mantovano da cuocere, che si confeziona macinando carni provenienti dalla spalla del maiale (con una proporzione di polpa magra più elevata che nei normali salami da cuocere) condite con sale e pepe.

Frittata di radicchio trevigiano

Ingredienti per 6 persone
5 uova
4 cespi di radicchio trevigiano
1/2 l di panna fresca
250 g di parmigiano
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
25 g di burro
sale e pepe

Preparazione 10 minuti Cottura 15 minuti Esecuzione facile /
Vino Raboso del Piave

Lavate i radicchi con acqua fredda corrente e tagliateli a striscioline sottili. In una terrina mescolate bene la panna con il parmigiano grattugiato e le uova, precedentemente sbattute in una tazza; unite anche il radicchio e insaporite con sale e pepe. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a ottenere una crema omogenea.
In una padella ampia sciogliete il burro con l’olio, quindi versatevi il composto di uova, panna e radicchio e cuocete voltando da ambo i lati per completare la cottura.
Sollevate la frittata di radicchio con una paletta, asciugatela su carta assorbente e servitela subito tagliata a spicchi.
La curiosità Per dare più sapore a questa frittata potete aggiungere al radicchio 1/2 cipolla, tritata e fatta dorare in padella con un filo d’olio.

Capesante piastrate con confettura di radicchio

Ingredienti per 4 persone
400 g di capesante piccole
1 cucchiaio di olio d’oliva extravergine
1 radicchio di Chioggia
1 cipolla bionda grande
1 rametto di rosmarino
1 limone non trattato
1 cucchiaio di zucchero di canna
50 g di burro
sale e pepe
Preparazione 20 minuti / Cottura 45 minuti Esecuzione facite /
Vino Val Venosta Riesling

Tagliate a metà il radicchio di Chioggia e lavatelo, riducetelo a julienne e tenetelo da parte. Tritate la cipolla e stufatela a fiamma bassissima in casseruola con il burro; unite il radicchio e lo zucchero e fate cuocere per 45 minuti, bagnando con i bicchiere d’acqua. Aggiustate di sale e pepe e conservate in una terrina.
Pulite le capesante e sgusciatele. Preparate una marinata con il rosmarino sfogliato e tritato, l’olio, la scorza di limone tagliata a julienne, sale e pepe e lasciate marinare le capesante coperte con pellicola trasparente nel composto ottenuto.
Asciugate quindi i molluschi e cuoceteli in padella antiaderente senza grassi rendendoli croccanti. Servite le capesante adagiate su una base di confettura di radicchio e decorate a piacere con un rametto di rosmarino.

Gamberoni con radicchio giallo e zucchine

Ingredienti per 4 persone
16 gamberoni medio-grandi (o mazzancolle)
1 radicchio di Castelfranco
5 zucchine grandi
8 pomodorini ciliegina
2 foglie di basilico
1/2 cucchiaino d’origano
5 cucchiai di oLio d’oliva extravergine
2 spicchi d’aglio
sale alle erbe miste per pesce grigliato
sale e pepe

Preparazione 20 minuti / Cottura 15 minuti / Esecuzione facile
Vino Metodo Classico Franciacorta Extra Brut

Lavate e spuntate Le zucchine, tagliatele a fette piuttosto sottili nel senso della lunghezza, quindi passatele sulla piastra in ghisa a fuoco vivace per 3 minuti per lato. Tagliate l’aglio a fettine sottili.
Stendete le fette di zucchina su un vassoio e conditele con un misto di basilico tagliato a striscioline, origano, olio d’oliva, sale, pepe e fettine d’aglio e lasciate marinare, coprendo con la pellicola trasparente. Sfogliate il radicchio, Lavatelo e asciugatelo; tagliatelo finemente al coltello e conditelo, a piacere, con olio, sale e aceto.
Insaporite con il sale aromatizzato i gamberoni interi e infilzateli 4 alla volta su spiedini di legno. Cuoceteli sulla griglia per circa 4 minuti per lato o in una padella antiaderente. Servite i gamberoni con l’insalata di radicchio arricchita con le zucchine marinate e i pomodorini tagliati a spicchietti.

Salmone con crema di radicchio e scalogno allo zafferano

.

Ingredienti per 4 persone
600 g di filetto di salmone fresco
oLio d’oLiva extravergine
1 radicchio trevigiano
1/2 radicchio di Castelfranco
3 scalogni
1/2 bustina di zafferano
100 ml di brodo vegetale
pepe rosa e pepe nero
sale

Preparazione 20 minuti Cottura 30 minuti Esecuzione facile
Vino Metodo Trento Talento Brut

Squamate il salmone e privatelo delle Lische aiutandovi con una pinzetta. Tagliatelo a dadi regolari e mettetelo in una teglia da forno coperta con carta oleata; conditelo con poco sale, pepe rosa, pepe nero e olio e tenetelo da parte.
Sfogliate i radicchi e privateli della base dura, lavateli e asciugateli. Pelate e tritate grossolanamente gli scalogni, quindi stufateli in casseruola con 2 cucchiai d’olio; bagnate con pochissimo brodo per ammorbidirli. Appena trasparenti, unite i radicchi tagliuzzati. Salate e pepate e fate perdere il volume cuocendo per 5 minuti.
Stemperate lo zafferano nel brodo. Unitelo al radicchio e allo scalogno e proseguite la cottura per 5 minuti. Appena teneri passateli al mixer e aggiustate di sapore. Infornate il salmone a 190°C per circa 12 minuti e servitelo adagiando sopra a ogni pezzo una quenelle di crema di radicchio e scalogno allo zafferano.

Tonno Scottato in foglia di radicchio giallo

Ingredienti per 4 persone
500 g di tonno rosso dei Mediterraneo
8 foglie di radicchio di Castelfranco
3 cucchiai di odo d’oliva extravergine
1 rametto di timo limonato
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaino d’aceto bianco
1 ciuffetto di prezzemolo
sale e pepe

Preparazione 15 minuti / Cottura 6 minuti Esecuzione facile
Vino Metodo Classico Franciacorta Brut

Tagliate il tonno in 4 pezzi e conditelo con il timo sfogliato, sale, pepe, olio d’oliva e aglio a fettine; unite il prezzemolo spezzettato con le mani e coprite con la pellicola trasparente, facendo marinare per circa 2 ore in frigorifero.
Sbollentate per 3 secondi le foglie di radicchio in acqua salata acidulata con L’aceto bianco e scolatelo subito su un canovaccio asciutto. Eliminate dalla marinatura il prezzemolo e l’aglio e scolate il tonno.
Avvolgete il pesce nelle foglie di radicchio in modo da ricoprirlo bene. Scaldate in una padella antiaderente poco olio d’oliva extravergine e passatevi il tonno per 3 minuti per lato. Servite subito decorando, a piacere, con qualche pomodorino ciliegia.
L’idea in più A piacere potete completare il piatto aggiungendo, tra il tonno e il radicchio, altri ingredienti tritati e spalmati come capperi, olive nere, acciughine o pomodori essiccati.

Totani ripieni al radicchio con pomodorini e olive

Ingredienti per 4 persone
8 totani medi freschi
1 radicchio trevigiano
2 patate a pasta gialla medie
15 pomodorini ciliegia
10 olive nere denocciolate
1 uovo
2 spicchi d’aglio
1/2 peperoncino secco
olio d’oliva extravergine
prezzemolo
sale e pepe

Preparazione 30 minuti / Cottura 50 minuti Esecuzione media /
Vino Etna Bianco

Pulite, spellate e Lavate i totani conservando intere Le sacche e, a parte, Le teste e Le “alette”. Lessate Le patate, quindi pelatele e schiacciatele.
Scaldate una padellina con poco olio e i spicchio d’aglio tagliato a lamelle; unite gli scarti dei totani e cuccateli per 5 minuti. Passateli al mixer, dopo aver eliminato l’aglio.
Nella stessa padella saltate il radicchio tagliato fine, salate, pepate e stufatelo per almeno io minuti. Unite il radicchio ai totani frullati e alle patate, amalgamando bene, e incorporate l’uovo. Fate rassodare per 30 minuti in frigorifero.
Riempite i totani con il composto preparato, aiutandovi con un cucchiaino. Sigillate con uno stuzzicadenti e ponete in padella con un filo d’olio, l’aglio schiacciato, il peperoncino sbriciolato e i pomodorini tagliati a spicchi. Fate cuocere con coperchio, girando spesso, per circa 20 minuti, quindi servite i totani caldi tagliati a fette, decorando con prezzemolo tritato e olive nere.

Pizza con radicchio e parmigiano

Ingredienti per 6-8 persone
400 g di farina bianca “oo”
200 ml d’acqua
1/2 panetto di lievito di birra
9 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 cucchiaino di zucchero
400 g di radicchio rosso
150 g di parmigiano
2-3 cucchiai d’aceto balsamico
1 cucchiaio di prezzemolo
sale e pepe

Preparazione 15 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile
Birra Pale Ale Inglese

Preparate La pasta stemperando il Lievito sbriciolato nell’acqua tiepida; unite il sale, Lo zucchero, 3 cucchiai d’olio e mescolate. Versate il composto sulla farina disposta a fontana e lavorate bene; lasciate quindi lievitare per 2 ore in una bacinella infarinata coperta con un panno umido.
Dividete La pasta a metà e stendetela con IL mattarello fino a ottenere 2 dischi dello spessore di 1/2 cm. Rivestite 2 teglie spennellate con poco olio e formate un leggero spessore ai bordi.
Lavate e tagliate il radicchio a pezzetti, saltatelo in padella con 2 cucchiai di olio d’oliva e un pizzico di sale. Spruzzatelo con l’aceto balsamico e unite il prezzemolo tritato.
Infornate la pizza a 2oo°C per 15 minuti, poi sfornatela, distribuitevi il radicchio e cuocete per altri 10 minuti. Sfornate, condite la pizza con il parmigiano a scaglie, il pepe e poco L’olio d’oliva e servitela a tranci ben caldi.

Quiche di radicchio, cipolle, patate e zucca

Ingredienti per 6-8 persone
250 g di farina bianca “oo”
130 g di burro
1 tuorlo
2 uova
i radicchio trevigiano
2 cipolle bionde
2 patate a pasta gìalla grandi
1/4 di zucca mantovana
olio d’oliva extravergine
60 ml di panna fresca
3 cucchiai di parmigiano
sale e pepe

Preparazione 25 minuti / Cottura 8o minuti Esecuzione facile /
Vino Ribolla Gialla

Disponete la farina a fontana, versate al centro il burro a fiocchetti, il sale, il tuorio e impastate con poca acqua fredda, fino a ottenere una pasta liscia e compatta. Avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in frigorifero.
Pelate la zucca, eliminate i semi e tagliatela a fette; cuocetela in forno a i8o°C per 20 minuti. Bollite le patate; lavate il radicchio, tagliuzzatelo grossolanamente e rosolatelo in padella con poco olio, sale e pepe, lasciandolo piuttosto al dente. Pelate e tagliate le cipolle a fette spesse, bollitele in acqua leggermente salata fino a renderle trasparenti e scolatele.
Pelate Le patate, schiacciatele e mescolatele con le cipolle, la panna, le uova, il parmigiano, sale e pepe. Unite il radicchio e aggiustate di sapore. Versate in uno stampo da 20 cm foderato con la pasta, bucherellata con la forchetta, alternando il composto alle fette di zucca. Infornate a 18o°C per 50 minuti.
L’idea in più Per variare la ricetta senza rinunciare alla qualità potete utilizzare la pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana.

Sfoglia di radicchio stufato agrodolce

Ingredienti per 4 persone
460 g di pasta sfoglia La Sfogliata di Giovanni Rana
2 radicchi trevigiani
2 cucchiai d’uvetta
2 cucchiai di pinoli
1 cipolla bianca piccola
30 g di burro
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 cucchiaio di zucchero di canna
i cucchiaio d’aceto
1/2 bicchiere di vino bianco
sale e pepe

Preparazione 20 minuti \ Cottura 40 minuti Esecuzione facile Vino
Gewùrztraminer Vendemmia Tardiva

Pelate e tritate La cipolla facendola poi stufare in casseruola con l’olio a fiamma bassa. Lavate e tagliate finemente i radicchi e uniteli in cottura alla cipolla stufata. Unite l’uvetta, ammollata nel vino per 20 minuti, e lo zucchero. Fate cuocere per 1 minuto e sfumate con l’aceto, Lasciandolo poi evaporare.
Tostate in padella senza grassi i pinoli e uniteli al radicchio. Aggiustate di sale e pepe e fate raffreddare.
Stendete la Sfoglia e farcitela con il composto di radicchio, chiudetela formando un cannolo e spennellatelo con il burro fuso e poco sale; infornate a 190°C per circa 30 minuti. Sfornate e servite la sfoglia tagliata a fette.
La curiosità Provate a servire le fette di sfoglia accompagnate da una fonduta di taleggio, preparata sciogliendo a fuoco basso nel Latte il formaggio, ridotto a dadini e privato della crosta, e aromatizzando a piacere con un po’ di pepe macinato al momento.

Strudel di radicchio, Asiago e Praga

ingredienti per 6-8 persone
150 g di farina bianca “oo”
70 g di farina bianca “o”
30 g di farina di semola rimacinata
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 radicchio di Chioggia
1 cipolla bianca
250 g di asiago
150 g di prosciutto di Praga
60 g di burro
sale e pepe

Preparazione 25 minuti / Cottura 60 minuti Esecuzione facile
Vino Malvasia Istriana

Preparate la pasta amalgamando le 3 farine con l’olio d’oliva, il sale e acqua tiepida necessaria a ottenere una pasta elastica e liscia. Avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in frigorifero per 1 ora.
Tritate la cipolla e. stufatela in casseruola con metà del burro, unite il radicchio tagliato finemente e cuocetelo per 7-8 minuti, salando e pepando. Tagliate il formaggio a listarelle e tenetelo da parte.
Tirate la pasta sottile con il mattarello sul piano infarinato, ricavatene un rettangolo di 50×40 cm e ricopritelo con il prosciutto a fette, il radicchio stufato e il formaggio.
Arrotolate su se stessa La pasta, spennellate con il burro fuso rimasto e praticatevi dei tagli sulla superficie per facilitarne La cottura. Trasferitelo in una teglia foderata con carta da forno e cuocete a 180°C per 45-50 minuti. Servite lo strudel caldo, tagliato a fette spesse.
L’idea in più Per risparmiare tempo senza rinunciare alla bontà potete anche utilizzate La pasta sfoglia La Sfogliata di Giovanni Rana.

Torta con radicchio, patate, provola e ricotta

Ingredienti per 6-8 persone
250 g di farina bianca “oo”
140 g di burro
1 tuorlo
2 uova
1 radicchio trevigiano
2 patate a pasta gialla
200 g di provola dolce affumicata
750 g di ricotta
1 cipolla bianca
timo
sale e pepe

Preparazione 30 minuti \ Cottura 60 minuti Esecuzione facile /
Vino Lago di Caldaro

Disponete La farina a fontana, unitevi 100 g di burro, il sale e 1 tuorlo e impastate, unendo poca acqua fredda fino a ottenere una pasta compatta e omogenea. Avvolgetela nella pellicola e fate riposare in frigorifero.
Lessate le patate, sbucciatele e tagliatele a fette. Tagliate la cipolla a pezzetti e stufatela in casseruola con il burro rimasto; unite poi il radicchio lavato e tagliuzzato e fatelo stufare per io minuti, salando e pepando. Stendete la pasta e foderatevi uno stampo da torta di 20 cm di diametro e bucherellate il fondo.
Amalgamate con una frusta 2 uova, la ricotta, il timo, sale e pepe e unite anche la provola a dadini e il radicchio cotto; versate poi la metà del composto nella teglia. Disponete le fette di patata in maniera irregolare, affondandole nel ripieno, e terminate di riempire. Livellate la superficie e infornate a igo°C per 45 minuti. Lasciate raffreddare e servite la torta a fette.
L’idea in più Per variare la ricetta senza rinunciare alla qualità potete utilizzare la pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana

Torta di radicchio e zucca

Ingredienti per 4 persone
750 g di pasta sfoglia La Sfogliata di Giovanni Rana
200 g di pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana
1/2 radicchio trevigiano
1/2 zucca mantovana
250 g di piselli
2 cucchiai di sesamo
1 cucchiaio di semi di girasole
1 cipolla
1 uovo
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
sale e pepe

Preparazione 25 minuti Cottura 45 minuti Esecuzione media
Vino Lugana

Tagliate La cipolla in 2 parti e riducetene metà a dadini. Sbucciate la zucca, privatela dei semi e tagliate anch’essa a dadini. Mettete le 2 verdure in casseruola, aggiungete 1/2 bicchiere d’acqua e cuocete per 10 minuti.
Tagliate a fettine La cipolla rimasta e a pezzetti il radicchio; trasferiteli in una padella e lasciate stufare a fuoco lento per qualche minuto. Sbollentate i piselli per 2 minuti in acqua bollente salata.
Frullate la zucca, unitevi i piselli e il radicchio; amalgamate il tutto aggiungendo i uovo, quindi salate e pepate a piacere.
Foderate una tortiera con la Pasta brisée, farcite con il ripieno di zucca e radicchio e rivestite con la Sfoglia. Incidete la pasta, spennellate con un filo di olio d’oliva e cospargete con il sesamo e i semi di girasole. Cuocete in forno a 190° C per 30 minuti. Sfornate e servite la torta di zucca tiepida.

Frittelle Speziate di mele e radicchio

Ingredienti per 4 persone
4 fette di pan brioche (120 g circa)
1 mela GoLden non trattata
1/2 radicchio trevigiano
3 cucchiai di zucchero semolate
2 cucchiai di zucchero di canna
1/2 Limone
1oo g di pangrattato
2 uova
50 ml di latte
1 cucchiaio di Marsala
1 chiodo di garofano
1 stecca di cannetta
olio di semi per friggere

Preparazione 30 minuti Cottura 25 minuti Esecuzione facile /
Vino Cartizze

Pelate La mela, tagliate la polpa a pezzettini piccoli e spruzzateli con il succo del Limone. Ponete le bucce in un pentolino con lo zucchero, il chiodo di garofano e La cannella, coprite d’acqua e fate cuocere a fiamma bassa per 15 minuti.
Intanto ammollate il pan brioche con il latte e il Marsala. Eliminate la parte bianca del radicchio e tagliatelo finemente a julienne. Sbattete le uova con lo zucchero semolate e unite Le mele, il radicchio e il pan brioche strizzato. Lavorate con un cucchiaio di legno, amalgamando bene il tutto, e formate delle palline; lasciatele riposare in frigorifero, quindi passatele nel pangrattato.
Frullate la salsa di bucce di mela eliminando le spezie e passate al colino cinese. Friggete le palline di mele in olio di semi e scolatele su carta assorbente. Rotolatele in poco zucchero e servitele con la salsa fredda.