Gioiaverde radicchio le ricette

Ricette radicchio rosso e giallo


Giaiaverde radicchioRadicchio 40 ricette per scoprirlo e apprezzarlo in tutte le portate

 

Antipasti

Crostini al radicchio con crema di ricotta

Ingredienti per 4 persone
1/2 filoncino di pane
1/2 radicchio di Chioggia
150 g di ricotta 2 scalogni
1 cucchiaio d’aceto balsamico
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 cucchiaino di zenzero
erba cipollina sale

Preparazione 15 minuti / Cottura 1o minuti Esecuzione facile / Vino Colli di Conegliano Verdiso

Affettate il pane e tostatelo in forno per pochi minuti. Tritate gli scalogni e lasciateli appassire con l’olio d’oliva. Unite il radicchio rosso Lavato, strizzato e tagliato finemente; aggiungete l’aceto balsamico, un pizzico di sale e fate cuocere a fuoco Lento per 5 minuti.
Con i rebbi della forchetta Lavorate La ricotta a crema, aggiungete L’erba cipollina tritata (conservatene qualche foglia intera per decorare) e il cucchiaino di zenzero grattugiato.
Componete i crostini spalmando La crema di ricotta e completando con una quenelle di radicchio rosso.
Decorate con un filo di erba cipollina.

La curiosità Per dare più sapore ai crostini potete sostituire la ricotta con del caprino fresco o con un altro formaggio spalmabile a vostra scelta.

Pizzette di polenta con radicchio

Ingredienti per 4 persone
150 g di farina di mais 300 ml d’acqua
i radicchio trevigiano
700 g di Asiago
4-5 gherigli di noce
i cucchiaio di olio d’oliva extravergine
1/2 cipolla bianca sale
Preparazione 20 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile / Vino Refosco dal Peduncolo Rosso

Scaldate L’acqua con un pizzico di sale, quindi versatevi a pioggia La farina di mais e cuocete La polenta per 20 minuti. Stendetela poi su un foglio di carta da forno e livellatela con una spatola bagnata. Lasciatela raffreddare e ritagliate dei cerchietti con l’aiuto di uno stampino o di un coppapasta, riponendoli su un secondo foglio o una teglia.

Affettate la cipolla ad anelli sottili; scaldate l’olio in una padella e fatela appassire. Lavate il radicchio, asciugatelo delicatamente e tagliatelo a strisce sottili, quindi fatelo saltare brevemente con la cipolla. Tritate le noci e riducete l’asiago a dadini.

Sistemate sui cerchietti di polenta la cipolla con il radicchio rosso, qualche dadino di asiago e le noci tritate. Fateli cuocere a 19o°C per circa 7 minuti.
Servite le pizzette ben calde.

Crostini con salsa di radicchioCrostini con salsa di radicchio

Ingredienti per 4 persone
8 fette di pane casereccio
2 radicchi trevigiani
3 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1/2 cipolla bianca
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino d’aceto rosso
sale e pepe
Preparazione 20 minuti | Cottura 1o minuti | Esecuzione facile Vino Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Brut

Tritate la cipolla finemente e fatela stufare in casseruola con l’olio a fiamma bassissima senza farla dorare. Lavate i radicchi e tagliuzzateli grossolanamente, uniteli alla cipolla e sfumate dopo poco con L’aceto rosso. Spolverate con lo zucchero e lasciate cuocere per circa io minuti, salando e pepando.

Versate il composto di radicchio e cipolla sul tagliere e tritatelo finemente al coltello, lasciando poi raffreddare in una terrina. Fate tostare per qualche minuto il pane sotto il grill del forno, dopo averlo cosparso, a piacere, con un filo di olio d’oliva.
Servite la crema a piccole quenelle con i crostini o utilizzatela come base per panini vegetariani.

L’idea in più Potete utilizzare la crema di radicchio per accompagnare piatti di formaggi semi-stagionati, per farcire torte salate o come alternativa alla salsa di pomodoro per una pizza insolita.

Flan di trevigiano stufato al balsamico e parmigianoFlan di trevigiano

stufato al balsamico e parmigiano

Ingredienti per 6 persone
2 radicchi trevigiani
2 cipolle bionde
200 g di ricotta di pecora
3 cucchiai di aceto balsamico
2 cucchiai di parmigiano
50 g di burro
100 ml di vino bianco
5 cucchiai di pangrattato
noce moscata sale e pepe

Preparazione 20 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile / Vino Colli Orientali del Friuli Tocai

Pelate e tritate finemente Le cipolle, quindi stufatele in una casseruola con 20 g di burro; quando saranno trasparenti aggiungete i radicchi tagliati a pezzetti e sfumate prima con l’aceto e poi con il vino. Fate cuocere dolcemente per io minuti e aggiustate di sapore.

In una terrina lavorate a crema la ricotta con il parmigiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e l’uovo; aggiungete il radicchio e amalgamate. Unite anche il pangrattato, per rendere l’impasto piuttosto asciutto (la quantità può variare a seconda di come risulta il radicchio già cotto).

Imburrate e passate nel pangrattato 6 stampini e riempiteli con il composto fino a 1 cm dal bordo.
Cuoceteli in forno a 19o°C per 20 minuti (la parte superiore deve risultare dorata).
Sformateli e serviteli caldi accompagnati, a piacere, con una dadolata di pomodori conditi con olio d’oliva, sale e basilico.

Tartellette con indivia belga e prosciutto crudoTartellette con indivia belga

e prosciutto crudo

Ingredienti per 4 persone
725 g di farina bianca “oo”
125 g di burro
2 cespi di indivia belga
2 uova
i bicchiere di (atte
i cucchiaio di fecola
1/2 spicchio d’aglio
80 g di prosciutto crudo
sale e pepe

Preparazione 55 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione media / Vino Tòcai Friulano

Amalgamate La farina, 85 g di burro morbido, un pizzico di sale e 2 cucchiai d’acqua, quindi Lasciate riposare in frigorifero L’impasto ottenuto.
Lavate L’indivia, sbollentatela in acqua salata, scolatela e asciugatela.
In un pentolino sciogliete 20 g di burro e rosolatevi l’aglio; toglietelo e brasate l’indivia con sale e pepe per 5 minuti. In una terrina unite Le uova con il latte, la fecola, un pizzico di sale e sbattete bene.

Stendete la pasta con un matterello a uno spessore di 1/2 cm e ricavate 4 dischi di 12 cm di diametro. Imburrate e infarinate 4 formine monoporzione e foderatele con la pasta. Bucherellatela, adagiatevi l’indivia brasata e ricopritela con l’impasto di uova.
Mettete in forno a 18o°C per 20 minuti. Appena i tortini saranno pronti, toglieteli dalle formine e adagiate sopra ognuno 2 fettine sottili di prosciutto crudo.

L’idea in più Potete provare questa ricetta anche sostituendo l’impasto descritto con la pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana.

Tòrtine brisée con gamberi e radicchioTòrtine brisée con gamberi e radicchio

Ingredienti per 6 persone
500 g di farina bianca “oo”
3 cucchiai di o(io d’oliva extravergine
3 cucchiai di vino bianco
750 g di burro
2 uova
1 tuorlo
300 g di code di gambero
320 g di radicchio trevigiano
3 cucchiai di panna fresca
prezzemolo saie e pepe

Preparazione 25 minuti / Cottura 35 minuti Esecuzione media / Vino Atto Adige Gewùrztraminer

Unite in una terrina La farina, il burro, un pizzico di sale, 2 cucchiai di vino, i uovo e 1 tuorlo.
Versate 1 cucchiaio d’olio, impastate velocemente e lasciate riposare in frigorifero per 20 minuti.
Mondate il radicchio e tagliatelo a striscioline sottili. Rosolatelo in padella con l’olio d’oliva rimasto e il prezzemolo tritato; salate e pepate.

Dopo un paio di minuti bagnate col vino rimasto e, quando sarà evaporato, aggiungete la panna, mescolate e fate addensare. Rompete i uovo nella padella, togliete dal fuoco e mescolate.
Ponete la pasta brisée sul piano di Lavoro e tiratela con un mattarelLo fino a uno spessore di 1/2 cm.

Imburrate e infarinate delle piccole teglie e rivestitele con la pasta; adagiatevi le code di gambero pulite, quindi versate il composto di radicchio. Infornate a 170°C per 25 minuti, quindi lasciate intiepidire e servite.

L’idea in più Per risparmiare tempo senza rinunciare alla bontà, potete anche utilizzare La pasta brisée La Casareccia di Giovanni Rana.

Radicchio rosso frittoRadicchio rosso fritto

Ingredienti per 6 persone
1,3 kg di radicchio trevigiano
1/2 kg di farina bianca “oo”
1/2 l di birra
4 uova
olio di semi per friggere
sale

Preparazione 1o minuti / Cottura 1o minuti Esecuzione facile / Vino Bardolino Chiaretto

Lavate il radicchio intero con acqua fredda corrente e tagliatelo a spicchi.
In una terrina mescolate bene con una frusta le uova con la birra fresca, la farina e un pizzico di sale, fino a ottenere una pastella liscia, priva di grumi e piuttosto elastica.
Immergete gli spicchi di radicchio nella pastella e friggeteli in abbondante olio bollente; scolateli appena dorati con un mestolo forato e asciugateli su carta assorbente. Salate e servite immediatamente.

L’idea in più Potete variare leggermente la ricetta sostituendo La birra utilizzata per la pastella con acqua gassata freddissima.

Barchette di indivia con salsa tonnataBarchette di indivia con salsa tonnata

Ingredienti per 4 persone
1 cespo di indivia belga
180 g di tonno sottolio
750 ml di olio di semi
1 tuorlo
2 limoni non trattati
capperi
pepe bianco
sale
Preparazione 5 minuti
Esecuzione facile / Vino Roero Arneis

Sfogliate L’indivia, Lavatela e asciugate ogni foglia delicatamente.
Preparate la maionese unendo in una ciotola un pizzico di sale e di pepe e qualche goccia di limone; lasciate sciogliere, quindi unite il tuorlo mescolando con una frusta sempre nello stesso senso. Versate a filo l’olio di semi continuando a mescolare.

Scolate bene il tonno dall’olio di conservazione, mettetelo nel mixer e unite la maionese.
Frullate il tutto fino a ottenere una crema morbida, omogenea e priva di grumi. Profumate con la buccia di i Limone e un pizzico di pepe.

Spalmate la salsa tonnata sulle foglie di indivia, disponetele su un piatto da portata e terminate decorando con qualche cappero a pezzetti e con piccoli tocchetti di buccia di Limone.

L’idea in più Potete profumare La salsa tonnata aggiungendo erbe aromatiche tritate o olive nere denocciolate e utilizzarla per accompagnare insalate di verdure cotte, tartine di pane bianco, crostini di pane tostati o per farcire uova sode.

PRIMI

Risotto al radicchio rosso e scampiRisotto al radicchio rosso e scampi

Ingredienti per 4 persone
240 g di riso Vialone Nano
400 g di radicchio rosso di Verona
2 l di brodo vegetale
16 scampi medi (12 code e 4 scampi interi)
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 scalogno sale e pepe

Preparazione 15 minuti Cottura 50 minuti Esecuzione facile / Vino Soave Classico Superiore

Scaldate IL brodo vegetale e versatevi gli scampi interi. Mondate e lavate il radicchio, asciugatelo e tagliatelo a striscioline sottili; tagliate finemente lo scalogno al coltello.
In una pentola fate rosolare lo scalogno e il radicchio in 2 cucchiai d’olio.

Aggiungete il riso e fate tostare per 5 minuti; continuate a cuocere per io minuti circa, bagnando poco alla volta con il brodo e aggiustando di sapore durante la cottura.
Nel frattempo sgusciate le code degli scampi; unitele al riso un paio di minuti prima di ultimare la cottura e mantecate con l’olio rimasto e il formaggio grattugiato.
Versate il risotto in 4 piatti caldi e mettete in ognuno lo scampo intero cotto nel brodo vegetale.

Risotto con quaglie, radicchio e tartufoRisotto con quaglie, radicchio e tartufo

Ingredienti per 4 persone
250 g di riso Vialone Nano
2 quaglie
1/2 radicchio trevigiano
1/2 cipolla bianca
1 costa di sedano
1/2 carota
1/2 tartufo piccolo
1 noce di burro
1 l di brodo
1 cucchiaio di parmigiano
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
sale e pepe

Preparazione 25 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile / Vino Amarone della Valpolicella

Passate Le quaglie sulla fiamma e lavatele per eliminare la peluria.
Tagliatele in 4 parti e privatele delle interiora.
Tritate la cipolla, la carota e il sedano e soffriggeteli in una casseruola con l’olio. Unite le quaglie, cuocetele per 5-6 minuti e bagnate con poco brodo.

Fate intiepidire la carne e spolpatela, tritandola poi grossolanamente al coltello.
Tostate il riso nel fondo di cottura delle quaglie e cominciate a bagnare con il brodo bollente, aggiungendolo pian piano. Unite la carne delle quaglie dopo io minuti e salate Leggermente.

Lavate il radicchio e tagliatelo finemente; saltatelo in padella con poco burro e incorporatelo al risotto.
Al termine della cottura mantecate con il parmigiano grattugiato e il tartufo tagliato a lamelle sottili. Aggiustate di sale e pepe e servite.

L’idea in più Per sfumare il riso potete utilizzare i bicchiere di vino rosso corposo tipo Amarene della Valpolicella: si sposerà benissimo con il sapore delle quaglie e l’amarognolo del radicchio.

Risotto Con Speck, radicchio e taleggioRisotto Con Speck, radicchio e taleggio

Ingredienti per 4 persone
550 g di riso Carnaroli
200 g di radicchio rosso
150 g di speck
150 g di taleggio
800 ml di brodo vegetale
1/2 cipolla
5 cucchiai di parmigiano
50 g di burro
5 cucchiai di olio d’oliva extravergine
Preparazione 15 minuti / Cottura 30 minuti Esecuzione facile / Vino Lagrein Dunkel

Tritate La cipolla e soffriggetela in una casseruola con l’olio d’oliva. Unite lo speck e il radicchio tagliati a striscioline, lasciate stufare per alcuni minuti, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare. Versate il brodo, coprite e cuocete a fiamma moderata per 20 minuti.

Tagliate il taleggio a dadini e unitelo al riso qualche minuto prima della fine della cottura.
Mantecate il risotto con il burro e il parmigiano grattugiato; lasciate riposare alcuni minuti e servite.
L’idea in più Se volete arricchire il piatto, potete presentarlo accompagnato da un quarto di radicchio avvolto in una fetta di speck, cotti alla piastra durante la preparazione del riso.

Ravioli al radicchio con ricotta e nociRavioli al radicchio con ricotta e noci

Ingredienti per 4 persone
500 g di Ravioli al radicchio Gioiaverde Rana
100 g di gherigli di noce
100 g di burro
2 cucchiai di parmigiano
200 g di ricotta sale

Preparazione 10 minuti / Cottura 5 minuti Esecuzione facile / Vino Alto Adige Pinot Nero

Tritate grossolanamente 50 g di gherigli di noce e riducete gli altri 50 g a polvere fine.
Nel frattempo fate cuocere i Ravioli al radicchio in abbondante acqua bollente leggermente salata.

In una padella fate fondere il burro a fiamma bassa, aggiungete le noci tritate finemente, la ricotta e i ravioli scolati; mescolate velocemente e fate insaporire.
Togliete dal fuoco e aggiungete le noci tritate grossolanamente.
Servite il piatto ben caldo, cosparso con parmigiano grattugiato a piacere e un pizzico di sale.

Caramelle con trevigiano e ricotta ai semi di papaveroCaramelle con trevigiano

e ricotta ai semi di papavero

ingredienti per 4 persone
200 g di farina bianca “oo”
120 g di semola di grano duro
120 ml d’acqua
5 cucchiai di olio d’oliva extravergine
3 cucchiai di olio di nocciola
20 g di semi di papavero
100 g di porro
600 g di radicchio trevigiano
250 g di ricotta
5 cucchiai di parmigiano
20 g di burro
sale e pepe
Preparazione 45 minuti Cottura 20 minuti Esecuzione media Vino Alto Adige Santa Maddalena

Impastate Le farine con L’acqua, 2 cucchiai d’olio e un pizzico di sale.
Formate una palla e lasciatela riposare coperta per 20 minuti.
Lavate e tagliate il radicchio a listarelle, poi fatelo saltare con il burro e un pizzico di sale, finché non si sarà asciugato.

Lasciate raffreddare, tritatelo finemente e mescolatelo alla ricotta; aggiungete 2 cucchiai di parmigiano grattugiato e aggiustate di sale e pepe.
Tirate La pasta in sfoglie sottili, distribuite su ogni striscia il ripieno a mucchietti distanti 5-6 cm, richiudete premendo con Le dita e ritagliate dei ravioli rettangolari.

Afferrate ognuno alle estremità e rigiratelo a “caramella” tirando La pasta in modo da assottigliarla dove si sovrappone.
Affettate il porro a rondelle sottili e soffriggetelo in una padella con l’olio di nocciola e 3 cucchiai di olio d’oliva. Unite i semi di papavero, salate e Lasciate insaporire per qualche minuto.

Cuocete Le caramelle e versatele nel condimento. Mescolate e servite spolverizzando con 3 cucchiai di parmigiano grattugiato

Lasagne al ragù d'anatra e radicchio

Ingredienti per 6 persone
250 g di Lasagne Sfogliagrezza di Giovanni Rana
2 cespi di radicchio trevigiano
1/2 l di besciamella 550 g di polpa d’anatra
200 ml di salsa di pomodoro
40 g di pancetta
60 g di trito di cipolla, carota e sedano
6 cucchiai di parmigiano
200 ml di brodo di carne
1/2 bicchiere di vino rosso
9 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 spicchio d’aglio
i foglia d’alloro
noce moscata
sale e pepe

Preparazione 40 minuti / Cottura 70 minuti Esecuzione media j Vino Cabernet di Breganze

Preparate il ragù soffriggendo il trito di verdure con 5 cucchiai d’olio, La pancetta a cubetti e L’aglio. Unite La carne e Lasciate rosolare per qualche minuto. Bagnate con il vino, lasciando in parte evaporare; unite La salsa di pomodoro e il brodo.
Insaporite con un pizzico di sale e pepe, L’alloro e La noce moscata. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti.

In una padella antiaderente saltate il radicchio tagliato a striscioline con l’olio rimasto, salate e mescolatelo al ragù a fine cottura.
In una pirofila da forno stendete un leggero strato di besciamella e ragù, coprite con i foglio di pasta per Lasagne, quindi ancora besciamella, ragù e una spolverata di parmigiano.
Continuate fino a esaurire gli ingredienti, terminando con besciamella, ragù, parmigiano e fiocchetti di burro.
Cuocete in forno a 180°C per circa 25 minuti.

La curiosità
Utilizzando pasta all’uovo precotta occorre Lasciare La besciamella più liquida: preparatela con 40 g di burro, 30 g di farina e 1/2 l di latte.
Insaporitela con sale e noce moscata.

Paccheri in crema di radicchio, primosale e salsicciaPaccheri in crema di radicchio,

primosale e salsiccia

Ingredienti per 4 persone
400 g di paccheri
1 radicchio trevigiano
250 g di formaggio primosale
750 g di salsiccia
i spicchio d’aglio
1 cipolla bionda piccola
5 cucchiai di olio d’oliva extravergine
2 cucchiai di latte
1/2 cucchiaino dì semi di finocchio
sale e pepe

Preparazione 75 minuti Cottura 20 minuti Esecuzione facile Vino Nero d’Avola

Pelate e tritate la cipolla, unitela in padella all’olio e stufatela dolcemente. Unite i semi di finocchio precedentemente pestati.
Lavate il radicchio, privatelo della parte bianca dura e tagliuzzatelo finemente al coltello.

Spellate e sbriciolate la salsiccia in padella nel fondo di cipolla stufata in modo da sgrassarla e sgranarla e aggiungete poi l’aglio schiacciato in camicia.
Fate cuocere per i minuto e unite il radicchio. Rosolate per 5 minuti sfumando con il Latte e aggiustate di sale e pepe.

Bollite i paccheri, scolateli nella salsa al radicchio ben cremosa e unite il primosale tagliato a dadini piccoli al coltello, che si fonderà con la pasta. Servite subito.

La curiosità
A piacere potete far gratinare la pasta così preparata sotto il grill del forno, aggiungendo del parmigiano grattugiato o poca besciamella.

Sformato di orzo, trevigiano e provola dolceSformato di orzo, trevigiano e provola dolce

Ingredienti per 4 persone
500 g di orzo perlato
i radicchio trevigiano
200 g di provola dolce
1 l di brodo vegetale
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1/2 cipolla bianca
1 porro
olio di semi per friggere
sale e pepe

Preparazione 15 minuti Cottura 40 minuti Esecuzione facile Vino Ribolla Gialla

Sfogliate il radicchio, Lavatelo e asciugatelo. Dividete la parte bianca dalla rossa.
Tritate finemente la cipolla, unite la parte bianca del radicchio e lasciate stufare per qualche minuto a fuoco vivo con l’olio d’oliva. Unite l’orzo, precedentemente lavato, e fatelo tostare leggermente. Bagnate con il brodo e lasciate cuocere per 30 minuti a fuoco medio.

A metà cottura unite la parte rossa del radicchio tagliata fine e aggiustate di sale e di pepe.
Mantecate alla fine con i dadini di provola.
Ungete degli stampini monoporzione e riempiteli con l’orzotto.
Passate in forno per 5 minuti a 2oo°C. Sformate e servite decorando con fili di porro tagliato a julienne fritti per pochi secondi in olio di semi bollente.

La curiosità
La provola è un piccolo formaggio a pasta filata, di forma tondeggiante, prodotto con latte di bufala, mucca o misto. Matura in tempi più brevi rispetto al provolone e contiene una maggiore percentuale d’acqua

Pipe con zucca e radicchioPipe con zucca e radicchio

Ingredienti per 4 persone
560 g di pipe rigate
500 g di polpa di zucca
1 cespo di radicchio rosso
1 scalogno
4 cucchiai di oiio d’oliva extravergine
prezzemolo sale e pepe

Preparazione 15 minuti / Cottura 50 minuti Esecuzione facile \ Vino Alto /Adige Pinot Bianco

Tagliate la polpa della zucca a bastoncini, fatela scottare per i minuto in una pentola con acqua bollente salata e scolatela.
Mondate il radicchio, lavatelo e tagliatelo a listarelle; pelate lo scalogno e tagliatelo finemente.
Appassitelo nell’olio, aggiungete la zucca e fate rosolare per pochi minuti; bagnate con i mestolino di acqua, salate, pepate e fate cuocere a fuoco medio per io minuti, mescolando.

Unite, 5 minuti prima del termine della cottura, il radicchio e un po’ di prezzemolo tritato al coltello.
Lessate la pasta in acqua bollente salata e saltatela nel sugo di verdure, cospargete con il prezzemolo tritato rimasto e servite subito.

L’idea in più
Per variare la preparazione, prova questa ricetta utilizzando, al posto delle pipe, 360 g di Orecchiette di Giovanni Rana

Tagliatelle con radicchio, rucola e caprinoTagliatelle con radicchio, rucola e caprino

Ingredienti per 4 persone
1oo g di farina bianca “oo”
2 uova 2 tuorli
1 radicchio trevigiano
1 mazzetto di rucola
150 £ di caprino dolce
1/2 cipolla bionda
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 cucchiaio di parmigiano
noce moscata sale e pepe

Preparazione 55 minuti Cottura 15 minuti Esecuzione facile Vino Gambellara

Disponete La farina a fontana, versatevi al centro le uova e i tuorli con un pizzico di sale e impastate fino a ottenere un composto omogeneo e liscio.
Lasciate riposare la pasta avvolta nella pellicola trasparente.
Nel frattempo Lavate La rucola e tagliatela a julienne fine; fate lo stesso con il radicchio.
Tritate La cipolla e stufatela in casseruola con L’olio. Unite poi le verdure, rosolandole brevemente e sfumando con 1 mestolino d’acqua.

Salate e pepate leggermente, stemperate a fuoco spento il caprino e profumate con La noce moscata grattugiata.
Tirate La pasta sottile e ritagliate Le tagliatene; bollitele in abbondante acqua salata e scolatele in padella con la salsa, facendola ritirare. Spolverate con il parmigiano grattugiato e servite le tagliatene ben calde.

L’idea in più
Se non volete preparare La pasta come nella ricetta, Giovanni Rana vi propone Le sue Tagliatelle fresche all’uovo Sfogliagrezza

Tagliatelle con salsiccia e radicchio rossoTagliatelle con salsiccia e radicchio rosso

Ingredienti per 4 persone
500 g di Tagliatelle fresche all’uovo Sfogliagrezza di Giovanni Rana
250 g di salsiccia
200 g di radicchio trevigiano
3 cucchiai di parmigiano
40 g di burro
5 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 rametto di cerfoglio o prezzemolo
sale e pepe

Preparazione 1o minuti \ Cottura 15 minuti Esecuzione facile Vino Merlot del Piave

Mondate e lavate il radicchio, tagliatelo a striscioline e tenetelo da parte.
Scaldate l’olio in una padella antiaderente, unite la salsiccia sbriciolata, salate e pepate e fate rosolare per 5 minuti. Aggiungete il radicchio tagliato a striscioline e saltate il condimento per altri 5 minuti.

Cuocete le Tagliatelle in acqua bollente salata e scolatele al dente, conservando un po’ dell’acqua di cottura.
Versatele nel sugo, unite il burro, il parmigiano grattugiato e le foglie di cerfoglio spezzettate.
Saltate per alcuni minuti, facendo amalgamare bene i sapori, e servite.

La curiosità
Per questa ricetta sono indicati anche diversi formati di pasta corta, tipo garganelli o torchietti all’uovo.

Translate »